E ora in maggioranza c’è chi sogna il rimpasto

alt I riflessi politici
Forti malumori in un gruppo di consiglieri del Pd e di Como Civica

Forse, lunedì scorso, trovarsi improvvisamente di fronte a oltre 200 commercianti infuriati per la nuova Ztl, ha costituito una sorta di scintilla. Di sicuro, i malumori che albergano in una fetta non indifferente dei consiglieri Pd e della lista Como Civica, non sono però nati soltanto 48 ore fa. Tanto che, nei corridoi di Palazzo Cernezzi, in questi giorni non è affatto difficile incontrare amministratori

di maggioranza che parlano apertamente della necessità di un rimpasto di giunta. Il che, in altri termini, significherebbe sacrificare almeno un paio di assessori – e a capo della lista sembrano svettare i nomi di Gisella Introzzi e Marcello Iantorno – per provare a rilanciare immagine e attività dell’esecutivo.
I rumors parlano addirittura di una bozza di lettera circolata tra alcuni consiglieri di centrosinistra nel tentativo di raccogliere le firme per chiedere formalmente al sindaco, Mario Lucini, un ridisegno della giunta (o almeno della distribuzione delle deleghe). Ipotesi che sarebbe poi sfumata più per la volontà di affrontare prima direttamente con il sindaco la questione, che per mancata convinzione sul rimpasto. Ora non è chiaro quali saranno le mosse di questo fronte degli scontenti. Di sicuro, però, i “malpancisti” chiederanno a breve una verifica al primo cittadino. E a quel punto – a seconda della risposta di Lucini – potrà accadere di tutto, dalla ricomposizione per quieto vivere alla deflagrazione.

Nella foto:
In consiglio comunale, tra i banchi della maggioranza, si respira un forte malumore per l’attuale situazione politica

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.