Cronaca

Ecco come sarà il campus del San Martino

altLa città che cambia
Oggi è il giorno decisivo per la presentazione del progetto alla scadenza del bando Cariplo

Manutenzione ordinaria e straordinaria nell’edificio centrale, quello che un tempo era l’ingresso dell’ospedale psichiatrico. Riconversione totale per i due padiglioni laterali, destinati ad accogliere gli studenti della futura sede di Como del Politecnico. Complessivamente, nelle strutture saranno realizzate 16 aule, una biblioteca e nuovi laboratori, oltre agli uffici di docenti e personale amministrativo dell’ateneo.
È il giorno della presentazione per il progetto del campus universitario

al San Martino, in via Castelnuovo. Il presidente di Univercomo, Mauro Frangi, alla vigilia della scadenza del bando “Interventi emblematici” di Fondazione Cariplo, depositerà oggi lo studio definitivo dell’opera, comprensivo di piano finanziario. La speranza è di ottenere un finanziamento di 5 milioni di euro, indispensabile per far quadrare i conti. Il costo complessivo del primo lotto sarà di 14,8 milioni di euro.
La prima parte dei lavori del campus prevede l’utilizzo di tre edifici del San Martino per un totale di 6.900 metri quadrati. L’avvio del cantiere è previsto per il mese di giugno del prossimo anno.
Nell’edificio centrale dell’ex ospedale psichiatrico, denominato “corpo A”, troveranno spazio uffici per i docenti e il personale amministrativo per una superficie totale di 2mila metri quadrati. In questo caso, il progetto prevede «interventi edilizi limitati ad una manutenzione ordinaria e straordinaria con abbattimento delle barriere architettoniche».
Si parla di «riconversione pesante», invece, per quanto riguarda i 2.450 metri quadrati di superficie lineare del “corpo B”, uno dei due edifici a lato del padiglione centrale destinato a diventare sede del campus universitario di Como. Nel dettaglio, l’intervento comprende un piano impiantistico nel sottotetto e la realizzazione di impianti ad alta efficienza energetica; nuove scale e ascensore e il consolidamento strutturale per l’adeguamento alle normative antisismiche. Al piano interrato troverà spazio l’archivio del Politecnico. Al piano terra una grande biblioteca. Il primo e secondo piano saranno destinati alle aule, 4 da 65 posti e 2 da 155.
Altrettanto massiccio l’intervento sul “corpo C”, edificio gemello del precedente e a sua volta destinato alla didattica. Anche in questo caso è previsto un lavoro analogo per quanto riguarda gli impianti, il consolidamento e l’abbattimento delle barriere architettoniche. Il piano terra, così come il primo e il secondo livello saranno destinati esclusivamente alle aule per gli studenti. In totale, saranno 10, delle quali 8 con 65 posti ciascuna e 2 con 155 spazi per gli studenti. Tra i locali, è previsto anche uno spazio per i ricercatori.
Come annunciato dalla prorettrice della sede di Como del Politecnico, Maria Brovelli, nel futuro campus del San Martino troveranno spazio due nuovi laboratori. Il primo sarà di “Hydroinformatics”, un progetto che prevede «la creazione di un polo interdisciplinare di ricerca, didattica e formazione avanzata sul tema della gestione integrata delle risorse idriche».
Spazio poi ad un gruppo di “Assistive technologies”, la cui missione sarà «individuare, progettare, realizzare, promuovere e applicare metodi e tecnologie innovative per lo sviluppo di soluzioni per i problemi di disabili, anziani e categorie fragili».

Anna Campaniello

14 Novembre 2013

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
Dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto