Ecco la nuova città firmata Gerosa

altIl progetto – Il piano messo a punto da Palazzo Cernezzi deve però fare i conti con l’opposizione dei commercianti e di parte dei residenti
Così apparirà il centro di Como dopo l’ampliamento della zona a traffico limitato

(f.bar.) Ecco come sarà il nuovo aspetto del centro città firmato Daniela Gerosa. Nelle immagini che proponiamo in queste pagine abbiamo elaborato graficamente alcuni punti del capoluogo, ridisegnandoli secondo i piani tracciati dall’assessore alla Mobilità. Dall’ampliamento della zona a traffico limitato (Ztl) alla revisione degli spazi destinati alla sosta dei veicoli: le immagini anticipano come diventerà presto il centro cittadino. O, meglio, come dovrebbe venir trasformato.
Soffiano

infatti venti di tempesta sul piano di riassetto viabilistico presentato ormai 15 giorni fa alla città. La rivoluzione, elaborata dagli uffici di Palazzo Cernezzi, non ha accontentato tutti. Anzi. Sul piede di guerra le associazioni di categoria, a partire dai commercianti che temono la riduzione annunciata dei posti blu e quindi un contestuale calo degli affari. Scettici anche diversi residenti, nonostante l’incremento dei parcheggi a loro riservati. E così, all’orizzonte, si profilano proteste, ricorsi al Tar e manifestazioni.
Intanto, però, il provvedimento continua a fare il suo corso e dovrebbe diventare operativo già entro la fine di giugno, con la trasformazione di circa 480 posti auto attualmente gratuiti (delimitati da strisce bianche) in spazi a pagamento (strisce blu).
Ma procediamo con ordine. Uno dei punti qualificanti della rivoluzione studiata da Palazzo Cernezzi prevede l’ampliamento della Zona a traffico limitato (Ztl).
LE MODIFICHE ALLA ZTL
Si estendono i confini della Ztl che verranno allargati fino a comprendere le piazze Volta, Roma e Grimoldi e le vie Rubini, Garibaldi, Grassi, Rodari, Pretorio, Plinio, Bianchi Giovini e Macchi. Da fine giugno anche per entrare nelle nuove vie ricomprese nei confini dell’area a traffico limitato sarà necessario il pass. E saranno tre i nuovi punti d’ingresso – sorvegliati dalle telecamere del vigile elettronico – nelle vie Rodari, Rubini e Garibaldi.
Rivoluzione anche per i taxi che saranno spostati dall’attuale collocazione di piazza Perretta. La sosta “inoperosa” dei mezzi avverrà in piazza Roma mentre i taxi pronti a partire (in media 3 auto) saranno posizionati in via Macchi. Le piazze Roma e Volta, di fatto, saranno riservate alla sosta dei veicoli dei residenti. I parcheggi blu a pagamento verranno cancellati e sostituiti da posti delimitati dalle strisce gialle.
L’AREA PEDONALE
Accanto all’allargamento della Ztl è prevista anche un’estensione degli spazi riservati esclusivamente ai pedoni. In questo caso, la rivoluzione sarà attuata in modo più graduale perché comporta anche lo spostamento del capolinea degli autobus di linea, che verrà trasferito dall’attuale collocazione ai Portici Plinio in via Bertinelli. Il passaggio dovrebbe venir concretizzato tra settembre e dicembre. Asf, la società che gestisce il trasporto pubblico, si è però detta contraria allo spostamento perché «la fermata dei Portici Plinio è imprescindibile». Se il trasloco andrà in porto, l’intero tratto da piazza Duomo a piazza Cavour diventerà pedonale. Via le auto anche da via Pretorio e piazza Grimoldi, che nei prossimi mesi diventeranno a tutti gli effetti uno spazio pubblico che potrebbe essere utilizzato anche per l’organizzazione di manifestazioni ed eventi.
I PARCHEGGI
Verranno potenziati gli spazi per i residenti che cresceranno fino ad annullare completamente l’attuale lista d’attesa, composta da oltre 300 nominativi. Il progetto prevede anche la trasformazione di 480 posti attualmente gratuiti in spazi a pagamento. Complessivamente, in convalle gli spazi bianchi scenderanno dagli attuali 2.612 a circa 2.100, con una riduzione del 20%. I posti bianchi, in particolare, diventeranno blu nell’ultimo tratto di viale Varese e nelle vie Ferrari, Pessina, Torriani, Anzani, Leoni, Carloni, Brambilla, Zezio, Oriani, Bossi e in alcuni tratti delle vie Borgovico, Sant’Abbondio e Italia Libera.

Nella foto:
Largo ai pedoni
Nei piani del Comune il capolinea degli autobus di linea, oggi ai Portici Plinio, verrà spostato in via Bertinelli. Il trasferimento dovrebbe venire concretizzato tra settembre e dicembre. Asf, la società che gestisce il trasporto pubblico, si è però detta contraria al trasloco. Se l’operazione andrà in porto, l’intero tratto da piazza Duomo a piazza Cavour diventerà un’area pedonale

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.