Economia

“Effetto Giubileo” per l’Expo 2015. C’è chi mette a disposizione ville sul lago

altIn fermento anche i B&B che possono offrire un migliaio di letti al giorno
(p.an.) A poco più di 200 giorni dall’Esposizione Universale milanese, se da una parte gli albergatori piangono perché non hanno personale qualificato (parole del vicepresidente Andrea Camesasca) e non hanno ancora ricevuto una prenotazione una per il periodo (come ha dichiarato il presidente Roberto Cassani), dall’altra c’è chi è già in fermento. L’Expo 2015 a Milano potrebbe avere, infatti, un “effetto Giubileo” sul Lario.

Nel 2000 a Roma esplose il fenomeno degli affittacamere e dei B&B. Attività, soprattutto i Bed&Breakfast, che sul Lago di Como (valli comprese) oggi contano già un migliaio di letti in 300 strutture aperte.
Liù Lamperti, presidente dell’associazione “Ospiti per Casa” nata nel 2003, conferma il movimento. «Già negli ultimi tempi i nostri ospiti non arrivano più solo per i weekend, ma si fermano per soggiorni più lunghi – dice – e per Expo ci stiamo attrezzando, con un portale innovativo che aumenterà la visibilità delle nostre strutture. I nostri numeri sono sempre in crescita e non sono escluse diverse nuove aperture proprio per Expo. Ma attenzione, noi non facciamo concorrenza agli alberghi, portiamo il turismo dove oggi non c’è».
«Gli alberghi comaschi non hanno ricevuto prenotazioni per Expo perché tra maggio e ottobre sono già al completo – sorride Attilio Briccola, presidente di Sistema Como – L’evento milanese porterà un’utenza diversa. Ci sono delegazioni che rimarranno con i propri addetti per sei mesi, non è pensabile che alloggino solo negli alberghi».
È vero che vi hanno chiesto Villa Olmo?
«Questo onestamente non glielo posso confermare, ma posso dire che abbiamo messo a disposizione di Explora, la società che si occupa di tutto l’incoming, alcune ville e location di prestigio anche sul Lago di Como. Per una a Campione, vicino al Comune, ci sono già stati contatti».
E, a proposito di location non convenzionali, c’è un progetto per accogliere famiglie straniere in arrivo per Expo 2015 perfino nel Seminario diocesano. Ma la direzione del Seminario è cambiata da pochi giorni, così i particolari si conosceranno probabilmente a breve termine.

Nella foto:
Grandi potenzialità
Il Lago di Como ha da sempre un grande potenziale turistico. Grazie alla vicinanza con il polo di Rho-Pero, sede dell’Expo, molti stranieri transiteranno dal Lario. Durante i 6 mesi dell’evento, Sistema Como occuperà uno spazio all’interno di questa struttura per promuovere il territorio lariano
9 ottobre 2014

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
ottobre: 2018
L M M G V S D
« Set    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto