Elezioni 2017: in primavera al voto in quindici comuni lariani

Elezioni, voto

Non solo Como. Nella primavera del prossimo anno sono in tutto quindici le amministrazioni comunali che verranno rinnovate. Tra i centri in cui verranno rinnovati sindaci e consigli figurano anche, oltre al capoluogo, due tra le città più popolose della provincia lariana, Cantù ed Erba.

L’elenco dei comuni in cui si terranno le elezioni comprende, oltre a Como, Cantù ed Erba, anche Appiano Gentile, Barni, Beregazzo con Figliaro, Brienno, Campione d’Italia, Gera Lario, Guanzate, Orsenigo, Porlezza, Rodero, Rovello Porro e San Bartolomeo Val Cavargna.

Il paese più piccolo è Barni, nel Triangolo lariano, che conta circa 600 abitanti, il più grande ovviamente il capoluogo, che supera gli 82mila residenti, seguito da Cantù con quasi 39mila abitanti ed Erba con poco più di 16mila residenti. Eccezion fatta per Porlezza, retta da un commissario prefettizio dal marzo del 2016 dopo le dimissioni di 10 consiglieri (su un totale di 12) che hanno sfiduciato il sindaco Franco Franchi, e di Rovello Porro, comune anch’esso guidato da un commissario in seguito alle dimissioni del sindaco Daniele Cattaneo nel luglio scorso, tutte le altre 13 amministrazioni verranno rinnovate alla scadenza naturale del mandato di cinque anni, dopo il voto del maggio 2012.

Per quanto i centri più importanti, i primi cittadini sono destinati a cambiare. Sia il sindaco di Como, Mario Lucini, sia il collega di Cantù, Claudio Bizzozero, hanno infatti già comunicato l’intezione di non ricandidarsi alla poltrona di primo cittadino. Marcella Tili, sindaco di Erba, non potrà inoltre ricandidarsi essendo già al secondo mandato. La legge permette infatti un terzo mandato consecutivo soltanto nei comuni con meno di 3mila abitanti.

Articoli correlati