Elezioni a Como, Il centrodestra risponde al Pd: «Confronto, non imposizioni»
Politica

Elezioni a Como, Il centrodestra risponde al Pd: «Confronto, non imposizioni»

«Abbiamo un candidato forte, condiviso, che ha aggregato tutti i partiti. Altro che “scelta a tavolino”». Il centrodestra risponde alle critiche del segretario provinciale del Pd Angelo Orsenigo che, in una nota nella quale parla dei possibili aspiranti sindaco del centrosinistra, attacca gli avversari e dice: «c’è chi i candidati li sceglie a tavolino e li impone».

Alessandro Fermi, sottosegretario in Regione e coordinatore provinciale di Forza Italia, invita Orsenigo a «guardare in casa sua». «Mi sembra troppo agitato – dice – Fermi – Il nostro metodo non è la scelta a tavolino ma il confronto con i nostri iscritti. Abbiamo un candidato buono e forte e abbiamo avuto la fortuna e la capacità di aggregare attorno a lui tutto il centrodestra e presentarlo alla città prima di Natale».

«Le primarie non sono qualcosa che il centrodestra non dovrà valutare per il futuro – aggiunge Fermi – ma se c’è un candidato che riscuote unanime consenso nella comunità politica e civica è superfluo parlare di altri. Non guardo in casa del Pd, ma a volte le primarie sono state più forma che sostanza perché il candidato era già stato scelto. Vedremo come andrà questa volta».

Fabrizio Turba, sindaco di Canzo e segretario provinciale del Carroccio, concorda: «I miei militanti sono contenti del candidato sindaco, stanno già lavorando assieme sui programmi e non ho niente da invidiare alla grande democrazia che sbandiera il Pd, che al momento peraltro si riduce a non avere un candidato». «Abbiamo trovato una persona valida e competente che sarà in grado di dare a Como la svolta che non è stata data dal candidato scelto dalle primarie di 5 anni fa – continua Turba – Meglio il nostro candidato condiviso. Siamo stati fortunati a trovare una persona valida che si è messa a disposizione in un momento non facile».

Simili anche le parole di Massimo Mascetti, coordinatore cittadino di Fratelli d’Italia. «Il fatto che abbiamo già presentato un candidato unitario non significa che sia stato imposto, anzi – dice – La scelta di Mario Landriscina è il risultato di un lungo percorso di confronto che ci ha visti impegnati dall’estate scorsa, inizialmente nell’ombra». «Capisco che Orsenigo sia in difficoltà perché non ha un candidato su cui puntare – aggiunge – ma non significa che debba attaccare il centrodestra dicendo cose infondate».

Anna Campaniello

15 gennaio 2017

Info Autore

Redazione Corriere di Como

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Archivio
dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto