Emergenza e telelavoro nella pubblica amministrazione, i sindacati chiedono equità

La Prefettura di Como

Il 1° aprile  le categorie del pubblico impiego di Cgil, Cisl e Uil hanno incontrato in videoconferenza il capo di gabinetto della Prefettura  Nicola Venturo. L’incontro, organizzato a seguito di richiesta dei sindacati, ha riguardato l’insieme di provvedimenti emessi dagli enti pubblici della provincia di Como, in merito ai diversi approcci decisionali relativamente agli istituti utilizzati per limitare le presenze dei dipendenti ai soli uffici che erogano prestazioni essenziali secondo le normative vigenti. I sindacati hanno sottoposto le maggiori criticità rilevate in merito all’applicazione delle norme relative all’emergenza covid-19. È   stato evidenziato come molti enti non hanno ancora messo in condizione tutti i lavoratori che ne hanno i requisiti di lavorare in smart working, utilizzando lo strumento delle ferie assegnate d’ufficio, allo scopo di limitare al massimo la presenza. In altri enti, l’indecisione sulla definizione dei servizi essenziali hanno  generato l’utilizzo di più unità di personale di quanto necessario, quando l’indirizzo generale e il principio fondante di tutti i provvedimenti emessi hanno il preciso fine di tutela della salute pubblica, soprattutto attraverso la massima limitazione della presenza delle lavoratrici e dei lavoratori anche negli uffici pubblici. È   stato ribadito alla Prefettura che tali disomogeneità creano due problematiche: diversi livelli di protezione della salute pubblica e dei lavoratori nello stesso territorio, disparità di trattamento tra gruppi omogenei di lavoratrici e lavoratori. Per questo motivo è stata rappresentata l’esigenza e l’utilità di un intervento chiarificatore della Prefettura nel suo ruolo di coordinamento e supervisione in tema di emergenza covid-19.La Prefettura ha risposto alle sollecitazioni annunciando una ulteriore indagine sulle presenze nei posti di lavoro e di ulteriori chiarimenti interpretativi.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.