Cronaca

Emergenza freddo, la palestra diventa dormitorio

 

alt Saranno disponibili altri 40 posti letto
Da domenica in via Sirtori saranno accolte le persone che non hanno un tetto

Una doccia calda, un letto, un rifugio accogliente e tanti volontari pronti a farli sentire in famiglia.
È quello che troveranno, a partire da domenica, almeno 40 senzatetto comaschi che saranno accolti in una palestra (inutilizzata da anni) del Centro pastorale Cardinal Ferrari, sistemata nell’ambito del progetto Emergenza freddo. Le situazioni di povertà assoluta a Como sono in continuo aumento e, secondo i dati diffusi dalla Caritas, sono oltre 250 le persone in situazione di estremo

bisogno.
Negli scorsi anni era stato allestito dalla Croce Rossa, capofila dell’iniziativa, un tendone per accogliere i senzatetto. Per la prima volta, quest’anno, i clochard potranno invece contare su un “vero” tetto. «Abbiamo cercato e trovato una struttura in muratura che potesse offrire un servizio più confortevole agli ospiti – dice Paola Della Casa, tra i coordinatori dell’iniziativa – La risposta è giunta e questo è un grande risultato. Abbiamo registrato l’adesione di un numero ancora maggiore di enti e associazioni di volontariato, ben 22. Potremo contare dunque su quasi 400 persone disposte a dare un contributo. Senza dimenticare l’ottima risposta dei cittadini, che ci stanno dando un aiuto importante».
La Curia di Como ha messo a disposizione una palestra, da anni inutilizzata, nel Centro Cardinal Ferrari. L’ingresso è in via Sirtori. A disposizione degli ospiti anche servizi igienici e altri locali, con 2 camere riservate alle donne. La ristrutturazione e gli adeguamenti sono stati finanziati dalla Diocesi, con il contributo di numerosi benefattori, compreso un albergo che ha donato letti e materassi. «Metteremo a disposizione circa 40 posti, 30 per gli uomini e i restanti per le donne – dice Roberto Bernasconi, direttore della Caritas – Una trentina di persone è pronta a entrare e, nelle prossime ore, completeremo la lista degli ospiti. La richiesta, purtroppo, è in continuo aumento perché la povertà assoluta è in crescita. Abbiamo oltre 250 persone senza fissa dimora, come dimostrano i dati degli accessi ai diversi servizi attivi in città».
L’accesso al dormitorio avverrà tramite il servizio Porte Aperte della Caritas, con sede in via Tatti 18, aperto lunedì, mercoledì e venerdì dalle 9 alle 11. Gli ospiti avranno un’apposita tessera e potranno restare nella struttura dalle 20 alle 7. È prevista una permanenza massima di un mese, rinnovabile in caso vi siano posti a disposizione. La struttura si aggiunge alla casa di accoglienza dell’Ozanam di via Cosenz e al dormitorio comunale di via Napoleona, gestito dalla stessa Caritas. I coordinatori del progetto stanno raccogliendo i fondi necessari per la gestione e sono già numerose le donazioni. Chiunque può contribuire con un’offerta alla Croce Rossa con la causale “Emergenza freddo”.

A. Cam.

Nella foto:
I letti disposti nella palestra annessa al Centro Cardinal Ferrari, in via Sirtori
28 novembre 2013

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
dicembre: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto