Emergenza furti nel Comasco. La Lega chiede più poliziotti

Furto

Emergenza furti nel comasco. L’incremento di colpi messi a segno da ladri che si sono introdotti nelle abitazioni ha spinto il deputato della Lega Eugenio Zoffili a presentare, insieme ai colleghi Nicola Molteni, Alessandra Locatelli e Claudio Borghi Aquilini, un’interrogazione al Governo.
«A Como e provincia l’aumento della criminalità è sotto gli occhi di tutti e non risparmia nessuno. Nei soli ultimi 15 giorni un ladro incappucciato si è introdotto all’interno di una villetta in Via Cadea, nel pieno centro storico di Lambrugo e lo stesso era avvenuto ad Urago di Tavernerio, dove un malvivente aveva reagito alla scoperta della sua effrazione prendendo a calci il proprietario», si legge nel testo redatto dai deputati leghisti nelle ore scorse. Nonostante il grande impegno delle forze dell’ordine «l’offensiva contro i patrimoni non accenna ad attenuarsi, anzi. Per questo abbiamo presentato un’interrogazione per chiedere al governo di intervenire per garantire la sicurezza della proprietà privata a Lambrugo, ad Urago di Tavernerio e in generale nella provincia di Como», prosegue il documento che si concentra sulla lotta alla piccola criminalità dilagante.
«Non capiamo, vista la crescente emergenza di sicurezza, cosa aspetti il Governo ad incrementare i presidi delle forze dell’ordine nella Provincia comasca», questa la richiesta conclusiva presentate nell’interrogazione a firma dei deputati della Lega.
Lo stesso Eugenio Zoffili, in campagna elettorale, aveva detto di voler lavorare per portare a Como un maggior numero di risorse delle forze dell’ordine.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.