Emuli di Alonso senza patente. Al volante ubriachi o drogati. Statale Regina, strada della paura

altLa Polstrada fa il bilancio (inquietante) dei controlli di luglio
Cinque multe al giorno sulla statale Regina. Nel mese di luglio, la polizia stradale di Como ha potenziato i controlli sulla strada del lago, con pattuglie quotidiane impegnate in servizi di prevenzione degli incidenti e repressione dei comportamenti scorretti alla guida.
Nell’arco del mese, gli agenti hanno comminato 146 sanzioni per violazioni al Codice della strada.
Gli agenti lavorano sulla Regina soprattutto in moto, concentrando i controlli nell’intero tratto da Como a Menaggio

. Il potenziamento dei controlli è scattato dall’inizio di luglio, in concomitanza con l’aumento del flusso di veicoli sulla strada del lago, situazione tipica nel periodo estivo.
«Per fronteggiare le eventuali problematiche e indurre i conducenti a un maggior rispetto del codice della strada – spiegano dalla Questura del capoluogo – è in corso un servizio coordinato con le altre forze di polizia per controllare in modo più capillare la direttrice Como-Menaggio, spesso teatro di gravi incidenti stradali».
Tra i conducenti multati, venti sono stati sanzionati per eccesso di velocità grazie anche all’utilizzo dell’autovelox. Sette gli automobilisti e motociclisti ai quali è stata ritirata la patente. In tre casi, gli agenti della polizia stradale hanno accertato violazioni penali: guida sotto l’effetto di stupefacenti, guida in stato di ebbrezza e infine guida senza mai aver conseguito la patente.
Nell’ambito delle operazioni di controllo, gli agenti della stradale hanno rilevato 8 incidenti stradali, uno dei quali mortale e hanno assistito e soccorso 28 persone in difficoltà.
Il monitoraggio ha coinvolto anche i veicoli commerciali, e in particolare l’osservanza delle normative sul trasporto delle merci e sul rispetto dei tempi massimi di guida dei conducenti. In tale ambito, sono state 15 le multe, una ogni due giorni.
Nel mese di luglio, sono state impegnate complessivamente 80 pattuglie. Il servizio di presidio del territorio sulla statale Regina proseguirà per tutto il periodo estivo, sempre con la presenza di agenti della polizia stradale, soprattutto in moto. I controlli vengono concentrati in particolare nelle giornate e negli orari di maggiore afflusso di veicoli.
Come annunciato nei giorni scorsi, intanto, per incrementare ulteriormente la sicurezza sulla Regina il prefetto di Como, Michele Tortora, sta valutando la possibilità di installare autovelox fissi sulla strada del lago, con l’obiettivo di ridurre i casi di eccessi di velocità che spesso si registrano sui tornanti della vecchia Statale.
Il prefetto ha recentemente incontrato i sindaci della zona e i responsabili dell’Anas proprio per studiare operativamente questa possibilità.
«Sulla Regina registriamo spesso condotte di guida poco ortodosse – ha spiegato Michele Tortora – Ho incontrato i sindaci dei Comuni interessati, in particolare quelli di Cernobbio, Moltrasio, Carate Urio e Laglio, con lo scopo di valutare che cosa si possa fare per migliorare il livello di vigilanza e di controllo su quel tratto di statale». Proprio durante il vertice era stata evidenziata la necessità di potenziare sia i controlli sia la presenza di pattuglie della polizia stradale e delle altre forze dell’ordine.
«Già da inizio luglio abbiamo potenziato la presenza – ha confermato il prefetto – perché abbiamo ricevuto un contingente di rinforzo da parte del ministero dell’Interno per raddoppiare i turni di vigilanza sulla Statale. Ora abbiamo chiesto un ulteriore sforzo alla polizia stradale e per il fine settimana saremo in grado di mettere sulla strada, oltre alla consueta autovettura della stradale, anche una pattuglia di motociclisti».
Le postazioni fisse degli autovelox invece dovrebbero essere realizzate nei tratti di rettilinei più pericolosi proprio perché abitualmente i veicoli viaggiano ad elevata velocità. I rilevatori di velocità saranno posizionati a breve, non appena saranno completate le procedure amministrative e burocratiche.  Anna Campaniello
Nella foto: traffico intenso in una giornata estiva

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.