«Energia e adrenalina per l’esordio casalingo». Le parole di Pancotto alla vigilia della gara con Reggio Emilia

Cesare Pancotto

Prima l’impegno al Politecnico di Milano, poi il mediaday. Giornata intensa, quella di ieri, per la Pallacanestro Cantù, che si avvicina alla prima sfida interna, domenica prossima a Desio contro Reggio Emilia. Inizio del match alle 17.30, ospite d’onore l’ex di entrambe le formazioni Manuchar Markoishvili, che ha appena dato l’addio al basket giocato.
Al mattino una delegazione del club ha partecipato a Milano a un seminario sul tema “Le strutture ricettive e l’ospitalità nel mondo dello sport e i suoi eventi”. Ospiti dell’evento al Politecnico i giocatori Jason Burnell, Biram Baparapè e Yancarlos Rodriguez, accompagnati dall’amministratore delegato Andrea Mauri, dal segretario generale Luca Rossini e dal team manager Diego Fumagalli.
Poi, nel pomeriggio, al centro sportivo Caimi è andato in scena il mediaday. Occasione propizia per fare il punto della situazione con Cesare Pancotto, nuovo allenatore dell’Acqua S.Bernardo, squadra reduce dalla vittoria all’esordio a Brindisi e da un turno di riposo.
«Abbiamo ripreso il lavoro lunedì – ha spiegato il tecnico – Stiamo distribuendo i carichi di lavoro per essere pronti al prossimo impegno. Da parte dei miei giocatori vedo il solito atteggiamento positivo e la voglia di migliorarsi di giorno in giorno: sappiamo che la strada è lunga e difficile ma stiamo camminando con i passi giusti».
Pancotto è un tecnico molto esperto, ma in vista dell’impegno al PalaDesio non manca un pizzico di emozione. «Ci sono paura e tensione, non lo nego – conclude il coach – ma sono sensazioni che devono dare carica, energia e adrenalina. Con questi impulsi varcheremo la soglia del palazzetto nel migliore dei modi».

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.