Entro fine anno 2.500 posti in meno

Lavoro – I dati elaborati dall’Unione Italiana Camere di Commercio non lasciano spazio all’ottimismo
Soltanto Lodi, a conti fatti, avrà un saldo occupazionale peggiore
Non si ferma l’emorragia di posti di lavoro nel Comasco. Secondo i dati elaborati dall’Unione Italiana Camere di Commercio, entro la fine del 2010 il Lario perderà oltre 2.500 posti sul fronte dell’occupazione. Il saldo sul territorio comasco a fine anno, negativo del 2%, è il penultimo peggiore di tutta la Lombardia: dietro Como c’è solo Lodi. Le assunzioni, sul Lario, saranno 5.550; le espulsioni 8.090. Da qui il saldo negativo di 2.540 posti di lavoro, che si aggiungono ai 1.900 già persi nel 2009. Leggi l’articolo…
Andrea Bambace in PRIMO PIANO

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.