Entusiaste le società sportive della zona: «Sarebbe una rinascita»

alt I commenti alla proposta
Cesare Baj (Areo Club): «L’importante sarebbe ospitare eventi di alto livello»

(a.cam.) Società sportive di viale Puecher favorevoli alla movida nella zona dei giardini a lago. I responsabili dei club aprono subito le porte all’ipotesi di animare ulteriormente la città garantendo un’offerta che, almeno nella stagione estiva, prosegua anche oltre l’orario canonico delle attività serali.
Proprio l’area attorno a viale Puecher potrebbe essere la sede ottimale di eventi che proseguano fino all’alba.
«Il nostro club è da sempre impegnato in prima linea nel servizio

al pubblico e in particolare ai turisti stranieri – dice Cesare Baj, membro del consiglio dell’Aero Club Como – Non possiamo che vedere con favore l’iniziativa di andare a creare un’area ad hoc per la vita notturna». Inevitabile qualche puntualizzazione. «Naturalmente, l’idea di movida non deve concretizzarsi in caos fine a se stesso – prosegue Baj – È fondamentale che le attività che si svolgono si mantengano ad alto livello per quel che attiene ai contenuti e ai comportamenti dei partecipanti. Devono sempre essere assicurati l’ordine pubblico e la pulizia. Diciamo sì alla movida ma con contenuti di tipo culturale e musicale di buon livello, oppure con attività edificanti per la gioventù. Questo è più un desiderio che una ricetta, ma l’amministratore comunale ha certamente anche il compito di dare la giusta ricetta, di fare in modo che le cose si svolgano in questo modo equilibrato».
Plaude all’idea dell’area per il divertimento notturno Giancarlo Gè, presidente dello Yacht Club. «Siamo certamente favorevoli al progetto – dice – A nostra volta, da tempo organizziamo serate per i soci con musica e spazio al divertimento, sempre cercando di stare attenti a non disturbare troppo i residenti della zona. Soprattutto d’estate, siamo molto favorevoli a questa idea. È una bella idea per dare un po’ di vita alla città. Credo che sia una cosa buona per ravvivare il capoluogo».
Entusiasta Enzo Molteni, presidente della Canottieri Lario.
«La Canottieri e il presidente in primis è sempre dalla parte dei giovani – dice – Il futuro è loro. Nei limiti della buona educazione naturalmente, ma cerchiamo di far diventare questa città più allegra e viva. Già il clima generale incupisce, lasciamo almeno esprimere i giovani. La musica e il sano divertimento non hanno mai fatto male a nessuno».
Il progetto, a detta di Molteni, permetterebbe di raggiungere al contempo due obiettivi. «L’area dei giardini a lago potrebbe prestarsi benissimo al progetto – dice il presidente della Canottieri Lario – Tra l’altro, finalmente verrebbe curata con attenzione e tenuta meglio. In questo modo potremmo andare a rivitalizzare un’area che la sera è desolata e sede di brutte frequentazioni. Potremmo farla vivere con manifestazioni per i ragazzi ma anche per la città nel suo complesso. La zona diventerebbe un richiamo preciso ed è una soluzione che vedo assolutamente con grande favore».

Nella foto:
Cesare Baj

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.