Equilibri classici al Sociale, Brunello è maestro di cerimonia

Concerto in piazza Verdi
Haydn, Prokof’ev e Stravinskij. Sono questi gli autori con i quali si cimenterà il celebre violoncellista di fama mondiale Mario Brunello, ospite oggi del penultimo appuntamento della stagione concertistica del Teatro Sociale As.Li.Co. La particolarità della serata, promossa in collaborazione con il “Corriere di Como” e con l’emittente Etv, consiste nella possibilità di ascoltare Brunello non solo come solista, ma anche nella veste di direttore d’orchestra.
Musicista impegnato in una carriera concertistica di livello internazionale, Brunello sempre più spesso si presenta in questo doppio ruolo, confermando la sua natura eclettica di artista a tutto campo.
Sul palco del Sociale di Como il celebre violoncellista di origine veneta sarà affiancato e alla guida dell’Orchestra 1813, per proporre un programma dalle molteplici “intenzioni classiche” che comprende il Concerto n° 1 e il Concerto n° 2 per violoncello e orchestra di Franz Joseph Haydn, alternati alla Sinfonia Classica di Sergej Prokof’ev e alla Suite tratta dal balletto Pulcinella di Igor Stravinskij.
I due Concerti per violoncello e orchestra di Joseph Haydn sono capolavori del periodo classico (vennero composti ad una ventina d’anni di distanza) in cui lo strumento solista deve affrontare passaggi di impervio virtuosismo, ma anche momenti di slancio, di fuoco e di tenero incanto melodico.
L’accostamento di Haydn ai due compositori russi del Novecento è tutt’altro che casuale dal momento che i due brani proposti sono scritti guardando al passato, al Settecento in particolare, con lo scopo dichiarato di prendere le distanze da una poetica sentimentalista, per tornare ad una forma musicale pura e autonoma, ad un rigoroso contegno espressivo e formale, ovvero classico.
Primo italiano ad aver vinto, a soli 26 anni, l’ambito Concorso Tchaikovskij di Mosca, Mario Brunello è regolarmente invitato dalle più prestigiose orchestre, accanto ai più celebri direttori, ma parallelamente alla sua carriera concertistica è promotore di progetti che coinvolgono forme d’arte diverse, creando spettacoli che hanno lo scopo di avvicinare il pubblico a un’idea multiforme di fare musica.
Prima di incantare la platea con il suono del suo “Maggini”, uno strumento del ‘600, Brunello incontrerà il pubblico alle 18.30, nel foyer del Teatro Sociale di piazza Verdi, per l’appuntamento, ad ingresso libero, di approfondimento del concerto che avrà invece inizio alle 20.30. Biglietti in vendita a 25 euro.

Tamara Pertusini

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.