Ericsson: 30 assunzioni nel 2020 con contratto di espansione

In attesa di completare scivolo pensionistico per 63 posizioni

(ANSA) – ROMA, 18 NOV – Nell’attuazione del contratto di espansione "ci siamo focalizzati sulla formazione, sulle assunzioni e sullo scivolo pensionistico. Il nostro accordo, siglato il 27 novembre 2019, prevedeva la formazione per il 100% della forza lavoro, circa 2mila persone, con un programma di e-learning certificato, dove le persone sono state divise per famiglia professionale, per dotare tutti delle competenze di base relative alle nuove tecnologie, come 5G e intelligenza artificiale". Lo dichiara all’ANSA la head of people di Ericsson in Italia e Sud Est Mediterraneo, Laura Nocerino, facendo il punto a un anno dalla firma del contratto di espansione da parte dell’azienda. "Con i sindacati e il ministero – ha spiegato – ci siamo impegnati a effettuare 30 assunzioni entro la fine del 2020, cosa che abbiamo completato, concordando anche 63 posizioni per lo scivolo pensionistico". "Ad oggi – sottolinea – abbiamo effettuato la formazione per tutto il personale, abbiamo effettuato le 30 assunzioni e siamo in attesa di completare lo scivolo pensionistico". Tra i vantaggi del contratto di espansione, spiega Nocerino, la possibilità "di andare in pensione con 60 mesi di anticipo, rispetto alla pensione di vecchiaia o anticipata. Nel caso soprattutto di anticipata due anni sono coperti dallo Stato attraverso la Naspi, con costi contenuti per l’azienda". "Spero che diventi una norma strutturale a tutti gli effetti – conclude Nocerino – perché sono convinta che sarà di grande aiuto per il processo di ringiovanimento della nostra forza lavoro e per l’ingresso dei giovani nel mondo del lavoro". (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.