Esclusi dai ristori, oggi la protesta dei lavoratori agricoli

Domani protesta dei lavoratori agricoli davanti alla Prefettura di Como

Esclusi da ogni tipo di ristoro. I lavoratori agricoli e florovivaisti della provincia di Como protesteranno oggi contro la decisione del Governo di non includerli nel Decreto legislativo Sostegni.

Lavoratori stagionali dei settori agricoltura, agriturismi e florovivaismo terranno oggi, dalle 9 alle 11, un presidio davanti alla Prefettura di Como. Le organizzazioni sindacali territoriali di Cgil, Cisl e Uil, aderendo alle manifestazioni nazionali, hanno proclamato lo stato di agitazione dell’intera categoria.

«L’emergenza sanitaria ancora in corso ha fatto precipitare la maggior parte dei lavoratori coinvolti e le loro famiglie in una situazione di totale povertà» – scrivono le sigle sindacali nel comunicato congiunto.
Nel territorio di Como e Lecco operano circa 2.400 tra operai agricoli, florovivaisti, giardinieri a tempo indeterminato e determinato. Gli operai a tempo determinato sono più del 50% del totale: nella provincia di Como raggiungono i 1.600. Una buona parte di questi lavoratori appartiene al settore degli agriturismi che nel 2021 non hanno ripreso l’attività, spesso sono lavoratori a termine, ed a oggi non hanno diritto a nessun ristoro. Nel florovivaismo, nei vivai e nella gestione del verde si presenta la stessa situazione. Una delegazione di lavoratori sarà ricevuta in Prefettura.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.