Cronaca

Esercito di periti pronti a valutare i gioielli di famiglia

altUn segno della crisi
(p.an.) In provincia di Como ci sono 617 periti ed esperti iscritti in Camera di Commercio che possono attribuire il valore a gioielli e preziosi, autenticare quadri o altre opere d’arte, valutare una collezione di francobolli.
Si tratta di un chiaro segno della crisi, secondo l’ufficio studi della Camera di Commercio di Monza e Brianza, che ieri ha diffuso un’indagine a livello lombardo e nazionale. In questo elenco di professionisti, è vero, ci sono anche i periti più “tradizionali”, che firmano traduzioni giurate e stimano il valore di case o immobili.

Ma anche il numero di chi è in grado di valutare beni e gioielli di famiglia è in costante aumento. Il ruolo, tra l’altro consente di effettuare perizie anche su beni singolari, dai tartufi ai legnami esotici, dalle vacche ai maialini. A livello geografico, la Lombardia è la regione dove si trovano più esperti (4.741), seguita dalla Campania (3.926) e dalla Sicilia (2.584). Napoli con 2.223 periti iscritti precede Milano (1.761) e Roma (1.053) tra le province. La percentuale dei periti che si occupano di preziosi e di arte è del 14% a livello lombardo. Como si trova in decima posizione su scala nazionale e al secondo posto in Lombardia, dopo la metropoli. Difficile dire se questa sia una conseguenza della ricchezza delle famiglie lariane oppure del periodo che spinge verso i banchi dei pegni.

Nella foto:
Una collana d’oro portata al banco dei pegni per essere valutata
14 Ott 2014

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
Dic: 2018
L M M G V S D
« Nov    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930
31  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l.
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto