Estate a tutto festival

Cartelloni – In Canton Ticino si esibiranno la “storica” cantautrice Joan Armatrading e l’emergente Joan As A Police Woman
Secondo appuntamento, domani, alle 18.30, con la minirassegna di concerti gratuiti che introduce alla quarta edizione del “Festival Città di Cernobbio”, che scatterà il 4 agosto a Villa Erba.
All’Accademia Giuditta Pasta di Como, che attraverso la sua fondatrice, la musicista Roberta Di Febo, promuove l’iniziativa, il concerto solista del virtuoso giovane pianista Andrea Molteni.
Venerdi 27 luglio, alle 18.30 (ingresso su invito), il terzo e ultimo appuntamento, all’Hotel Villa d’Este di  Cernobbio, con le “Arie d’opere” interpretate da Alessandro Turri (tenore), Consuelo Gilardoni (soprano) e Marco Rossi (pianoforte).
La quarte edizione del prestigioso “Festival Città di Cernobbio” ripartirà poi con molte e importanti novità. La prima è che la manifestazione musicale
si svolgerà in agosto, dal 4 al 15, provando così ad indicare la via per rianimare concretamente un mese quasi sempre ignorato da qualsiasi manifestazione estiva organizzata sul Lario. Rispondendo concretamente alla propria vocazione turistica, il Comune di Cernobbio, sostenuto attivamente dal Grand Hotel a cinque stelle Villa d’Este, ha deciso di spostare i propri appuntamenti di un mese e di organizzarli in quel di Villa Erba, la storica dimora a lago che ospitò il regista Luchino Visconti.
Ecco quindi la seconda novità che vedrà la rassegna migrare dalla consueta sede della Riva al più agevole parco della dimora ottocentesca e precisamente all’interno del padiglione centrale del polo fieristico. Scelta che priverà gli spettatori della “gioia open”.
Peraltro, il fronte della villa antica fu meravigliosa location estiva di prestigiosi concerti come quello di Tori Amos, così da non far dipendere ogni appuntamento dalle bizze del meteo, fattore che, come si sa, è uno dei peggiori compagni di viaggio per chi organizza eventi concertistici all’aperto durante la bella stagione nel nostro territorio.
Un compromesso che permetterà così il regolare svolgimento di una kermesse che porta in seno al suo cartellone la terza e ultima vera rivoluzione.
Il programma, infatti, darà spazio a diverse forme musicali, staccandosi dalla sua formula più classica per offrire una serie di concerti che possano accontentare palati diversi, mantenendo però, come punto fermo, la gratuità di tutti e sette gli appuntamenti offerti al pubblico.
SI ENTRA NEL VIVO
Ad inaugurare il Festival cernobbiese  è stato chiamato Tullio De Piscopo, che in quartetto alzerà il sipario di Villa Erba il 4 agosto con l’abituale calore partenopeo.
 In particolare il poliedrico De Piscopo, con una formazione che comprende Glauco Bertagnin al violino, Sergio Vecerina al pianoforte e Franco Catalini al contrabbasso, si alternerà fra il jazz di Claude Bolling e il tango di Astor Piazzolla.
Elio, di Elio e le Storie Tese, duetterà con il pianista Roberto Prosseda il 6 agosto: con la verve che contraddistingue il cantante, da una parte, e il rigore del pianista classico, dall’altra, riascolteremo alcune pagine memorabili di Mozart, Rossini e Kurt Weill.
 L’11 agosto, invece, Max Gazzè, nel ruolo di “Uomo sinfonico”, ripercorrerà con l’orchestra Toscanini, diretta da Alessandro Nidi, alcuni dei suoi maggiori successi accanto ad arie e sinfonie del repertorio classico e lirico, nelle quali, oltre a cantare, suonerà il basso elettrico e acustico.
In cartellone anche il recital beethoveniano del pianista comasco di fama mondiale Christian Leotta (nella foto in alto). Impegnato nell’integrale su cd delle Sonate beethoveniane per una importante etichetta discografica canadese con distribuzione internazionale, suonerà il 9 agosto. L’originalissima orchestra di violoncelli Dodecacellos sarà impegnata nel programma “Da Bach a Morricone” il 12 agosto. E “A forza di essere vento”, progetto su musiche di Fabrizio de Andrè con l’Ensemble Franziska Four step Choir,  concluderà la kermesse a Ferragosto.
PERCORSI INSUBRICI
La decima edizione del Festival Lago di Como e Insubria, che questa’anno per la prima volta approda anche in Canton Ticino, prosegue intanto questa sera alle 21, a Mariano Comense dove a Villa Sormani sono attesi i granitici Calibro 35 con la loro musica cinematografica.
Tra i tanti appuntamenti inseriti nel cartellone della manifestazione itinerante, segnaliamo poi la Kappelman Joy Band a Orsenigo il 21 luglio, Lady Dillinger Swing Band a Torno il 26 luglio, Lino Patruno Jazz Show a Gravedona il 28 luglio, Francesco Piu a Carate Urio il 1° agosto, Jesse James King & Rooband a Porlezza il 6 agosto, Joyce Yuille & Mike Sponza a Dervio il 12 agosto.
Per l’unico concerto a pagamento dell’intera kermesse, è atteso il prossimo 14 settembre ad Albese con Cassano anche il rapper J-Ax con il suo nuovo tour.
OLTRECONFINE
L’estate concertistica di Campione d’Italia, per quanto riguarda il pop, proporrà il 2 agosto in piazzale Maestri Campionese, alle 21, il concerto di Arisa.
L’artista ligure, lanciata da Sanremo Giovani nel 2009, quest’anno ha conquistato definitivamente  il palco dell’Ariston piazzandosi seconda assoluta con “La Notte”, brano che ha di fatto anticipato il suo nuovo album “Amami”, terzo lavoro discografico che già a giugno, con 30mila copie vendute, ha raggiunto il primo disco d’oro.
Imperdibili anche alcuni appuntamenti live programmati in Canton Ticino: Joan Armatrading, la celebre artista autrice di canzoni quali “Me myself I” e “Drop the pilot”, sarà ospite del festival “Vallemaggia Blues” questa sera, alle 20.30, a Giumaglio; un’altra vocalist d’eccezione come Joan As A Police Woman, la cantautrice  americana che è stata la compagna del mitico  e compianto Jeff Buckley e che grazie alle sue splendide canzoni ricordiamo quelle di Real Life del 2006 ha conquistato pubblico, critica e colleghi come Lou Reed, Elton John e Rufus Wainwright, sarà invece in concerto sul palcoscenico di Lugano il 21 luglio prossimo al parco Ciani.
Infine una data da segnare in agenda per tutti i fan di Davide Van De Sfroos. Il menestrello lariano sarà in concerto il 24 luglio, alle 21, nella splendida cornice del Teatro Greco di Villa Clerici a Milano.

Maurizio Pratelli

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.