Estate in musica. La squadra lariana


estatePersonaggi 

Anche gli  artisti lariani sono alle prese con gli ultimi ritocchi al programma dei loro tour estivi.  Ma Simone Tomassini è già partito il 10 maggio scorso con il suo nuovo “Simone Tour” da Sondrio.
«Dopo l’esordio in Valtellina, continuerò in giro per tutta l’Italia – dice il noto cantautore comasco lanciato da Vasco Rossi – Il 13  luglio tornerò nella nostra zona, a Blevio, per la “Notte Bianca”. Proporrò un repertorio che spazierà tra i miei vecchi e nuovi brani».
Il suo singolo su YouTube sta avendo un gran

successo. «Il nuovo video de La Ferrari è lei è cliccatissimo, i visitatori sono già centinaia. Questo è il brano della maturità. È un singolo registrato negli Studios della Smart Academy di Balerna in Svizzera».
Dal fortunato incontro nel 2004 con il manager del rocker di Zocca, attraversando varie esperienze da Sanremo al Festivalbar, dal reality televisivo Music Farm ai concerti, dal viaggio negli Stati Uniti alla pubblicazione di un libro, quali sorprese riserva ora ai suoi fan?
«Considero di festeggiare l’anno prossimo i miei dieci anni di carriera proponendo i best dal 2004 al 2014», dice Simone.
Anche Piero Cassano  col suo mitico gruppo è pronto a portare in tutt’Italia e all’estero il tour “Matia Bazar 2013”.
«Siamo partiti da Palermo il 18 maggio per poi andare in Bulgaria e il 16 giugno saremo a Sofia – dice Cassano – Durante le tappe del tour saranno realizzate  alcune riprese dei concerti  che, una volta assemblate, daranno vita per la fine dell’anno a un dvd che sarà messo in vendita a partire da gennaio».
Spesso lei ha manifestato stima nei confronti del gruppo comasco dei Sulutumana, infatti è recente la collaborazione con loro. «Da molto tempo li sto seguendo  – dice – e, visto che apprezzo il loro discorso musicale, li ho contattati. La collaborazione musicale è nata dopo un incontro mio e di Fabio Perversi con  i musicisti della band comasca».
È nato così Non c’è limite al meglio, album prodotto da Piero Cassano, che raccoglie 15 brani da cui emerge lo sviluppo artistico  del gruppo del Triangolo Lariano, riarrangiati e reinterpretati sotto la guida di Cassano e del citato Fabio Perversi.
«Toccheremo molte città italiane; saremo a Torino il 26 giugno, ai primi di luglio a Baveno sul Lago di Garda, ad agosto a  Caorle, in agosto andremo anche in Russia, a Mosca  – dice infine Fabrice Quagliotti dei Rockets – in attesa di pubblicare il nuovo album a settembre».
Per Renato Abate, in arte Garbo, l’estate è stagione di riposo: «Non amo propormi con concerti nel periodo estivo – dice il pioniere della new wave italiana – Preferisco pianificare gli eventi che partiranno in autunno».
È stato pubblicata da poco Con Garbo, la sua biografia scritta da Michele Monina, noto scrittore di biografie sui grandi artisti del panorama  musicale italiano. «Mi piace particolarmente perché non elenca meramente date e successi, ma l’autore dipinge la generazione di quegli anni, la situazione e il costume dell’Italia degli anni ’80. Ho approfittato del libro per realizzare Preistoria,  album che racchiude 21 brani del mio più “antico” repertorio, prima che  diventassi noto al grande pubblico come Garbo. Questo disco accompagna il libro che racconta il mio percorso».
Il libro sarà presto presentato a Milano, poi Garbo sarà ospite di varie manifestazioni a Torino, Bologna e a  Verona.         
Federica Rossi

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.