Etichette trasparenti, garanzia per gli alimentari made in Como
Città, Cronaca, Economia, Società, Territorio

Etichette trasparenti, garanzia per gli alimentari made in Como

Un carrello della spesa Un carrello della spesa

“Con l’obbligo di indicare sede e indirizzo dello stabilimento di produzione o di confezionamento, la rintracciabilità dei prodotti made in Como non sarà più tabù nell’etichetta degli alimenti”:
Lo ha spiegato la Coldiretti di Como e Lecco in una nota appena diffusa. “Il 5 aprile è scattato per legge l’obbligo di indicare tali informazioni – ha detto nel comunicato Fortunato Trezzi, presidente di Coldiretti Como e Lecco – Con l’obbligo arrivano anche sanzioni, in caso di inadempienza, che vanno da 2.000 euro a 15.000 euro, per la mancata indicazione della sede dello stabilimento o se non è stato evidenziato quello effettivo nel caso l’impresa disponga di più stabilimenti. Ora – continua Trezzi – insieme con lo stabilimento di lavorazione è necessario prevedere l’indicazione obbligatoria d’origine degli ingredienti poiché ancora oltre un quarto della spesa degli italiani è ancora anonima”.

10 aprile 2018

Info Autore

Lorenzo

Lorenzo Morandotti lmorandotti@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
ottobre: 2018
L M M G V S D
« Set    
1234567
891011121314
15161718192021
22232425262728
293031  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto