Eurocup: Cantù a un bivio. Stasera la sfida contro il Cibona

altBasket. Stasera ultima gara della prima fase contro Cibona. In palio la vetta del girone

«Questa sera vorrei il palazzetto pieno perché il pubblico può davvero aiutarci a trovare le energie necessarie a superare un po’ della stanchezza che abbiamo accumulato e a conquistare un successo molto importante».
Stefano Sacripanti, da buon generale, chiama a raccolta il popolo biancoblù alla vigilia di quella che può essere etichettata come una delle partite più importanti della stagione della FoxTown Cantù in Eurocup.
Di fatto la qualificazione alla seconda fase è già

in cassaforte da tempo ma questa sera (ore 20.30) la truppa brianzola contro il fanalino di coda Cibona Zagabria si gioca il primo posto del girone: per ottenerlo serve vincere per non dover sperare nel ko interno della pariclassifica Ostenda impegnata contro Le Mans.
«La gara contro il Cibona per noi è chiaramente decisiva – ribadisce Sacripanti – Dopo tutta la fatica che abbiamo fatto in questo girone, lottando fino alla fine anche nelle ultime due trasferte perse a Ostenda e Nymburk, vogliamo assolutamente aggiudicarci il primo posto, che ci consentirebbe di accedere a un secondo gruppo leggermente più semplice».
Il Cibona non ha avuto un cammino europeo molto fortunato ma può contare su un roster di sicuro talento. Il team di Zagabria dopo la partita persa all’andata con Cantù (per 79-86) ha cambiato guida tecnica (coach Slaven Rimac è subentrato all’esonerato Neven Spahija) e ha sul perimetro l’ex senese Matt Janning e altri due giocatori americani di valore come Strawberry e Blassingame.
Ma è vicino all’area pitturata che il Cibona può contare sui centimetri e il potenziale del 211 centimetri Darko Planinic, i 207 del giovanissimo talento del ’94 Dario Saric e i 205 di Marko Jagodik.
Un avversario che non ha niente da perdere e quindi è da non sottovalutare come sa bene anche il capitano biancoblù Marteen Leunen: «Oggi abbiamo un obiettivo importante: vincere per conquistare il primo posto nel girone», spiega il giocatore americano.
«Abbiamo guidato il raggruppamento per tutto il tempo e adesso vogliamo raccogliere i frutti del nostro lavoro – aggiunge Leunen – A dispetto della posizione in classifica, il Cibona è una squadra competitiva e di talento. Giocatori come Janning e Strawberry sono molto pericolosi e Saric è un prospetto Nba».
A Zagabria Cantù giocò una bella partita. «Nel match in Croazia abbiamo comandato dall’inizio alla fine – conclude Maarten – aggiudicandoci una preziosa vittoria. Ora vogliamo replicare con un successo in casa anche per riscattare le ultime due sconfitte contro l’Ostenda e il Nymburk».

Andrea Piccinelli

Nella foto:
A destra, il capitano della FowTown Maarten Leunen che, per la sfida odierna contro il Cibona Zagabria, suona la carica. A sinistra, il giovane Dario Saric, talento del basket croato e giocatore con un possibile futuro in Nba

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.