Eurocup: Cantù vince e accede agli ottavi. Prossimo avversario il Kazan

Una fase della gara tra Cantù e Paok, con il capitano dei brianzoli Abass (foto Mattia Vacca) Una fase della gara tra Cantù e Paok, con il capitano dei brianzoli Abass (foto Mattia Vacca)

Una gara che certo non era partita bene, ma che poi è terminata nel tripudio del Palasport Pianella. La FoxTown Cantù ha battuto per 78-70 il Paok Salonicco e ha conquistato la qualificazione agli ottavi della competizione continentale. I brianzoli hanno infatti chiuso al secondo posto nel loro girone delle Last 32 alle spalle del Khimki Mosca, alla pari con i francesi del Limoges ma sono stati favoriti dalla migliore differenza-canestri. Come detto, la gara non era partita bene per gli uomini di coach Stefano Sacripanti che nella prima parte sono stati sotto e solo nella seconda hanno messo la freccia e hanno assestato il vantaggio rispetto ai greci che hanno combattuto fino all’ultimo, anche se non avevano alcuna possibilità di superare il turno e a questa partita non avevano più nulla da chiedere. Nel prossimo turno Cantù sfiderà i russi del Kazan.

“Nella prima parte ci mancava energia e non era la vera Cantù – commenta il croato Ivan Buva – Forse eravamo un po’ stanchi dopo la bella prestazione di domenica scorsa in campionato con Trento. Poi nella seconda frazione ci siamo ricompattati e siamo usciti alla distanza con un successo e una qualificazione che sono meritati”.

“Dopo l’uscita dalla Coppa Italia – dice coach Stefano Sacripanti – avevo promesso che avrei portato questa squadra oltre le Last 32 – e l’obiettivo è stato raggiunto. Questa è una piazza che ha tanta voglia d’Europa e da tanto tempo non si arrivava così avanti in un trofeo continentale. E alla fine, cosa che non avevo mai fatto in questa stagione, ho anche voluto fare il giro di campo per salutare e ringraziare il pubblico, che ci ha sempre sostenuto. Negli ultimi istanti di partita ho ripensato a una stagione difficile, dove avremmo dovuto lavorare assieme sette giorni su sette. Invece non ci siamo riusciti, tra infortuni e viaggi in Italia e in Europa”. C’è poi una considerazione sul passaggio del turno “Questo exploit è nato nella partita di Mosca, nei sei minuti finali, quando eravamo sotto di oltre 20 punti e abbiamo fatto di tutto per riportarci sotto e alla fine abbiamo perso con un buon -13, se si considera che c’era di fronte una corazzata. Abbiamo avuto il merito di non  mollare mai e ora siamo stati premiati”.

Sul fronte delle formazioni italiane si è qualificata anche la Virtus Roma, che negli ottavi affronterà i turchi del Banvit.

 

 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.