Eurocup: Sacripanti non parte per la Turchia

alt«Sulle ali della bella e importante vittoria con Sassari, voliamo in Turchia per strappare altri punti preziosi per continuare la nostra corsa in Eurocup». Il successo ottenuto in volata domenica in campionato contro il Banco di Sardegna per 99-95 ha caricato tutto l’ambiente della Pallacanestro Cantù, a cominciare dalla numero uno Anna Cremascoli.
Il presidente del club brianzolo alla vigilia della delicata trasferta sul campo del Pynar Karsiyaka Izmir in programma domani

(ore 19 italiane) torna sull’ultima prova dei biancoblù: «Sono molto soddisfatta della vittoria di domenica scorsa per più di un motivo – afferma il presidente – perché è arrivata al termine di una gran bella partita giocata a viso aperto da entrambe le squadre. Poi perché ci ha permesso di mantenere la testa e la nostra imbattibilità casalinga in campionato».
«Inoltre – aggiunge Anna Cremascoli – È una affermazione arrivata in volata contro una formazione come Sassari specialista nei successi al fotofinish, come abbiamo provato sulla nostra pelle nel recente passato. Ecco perché essere riusciti a vincere domenica lo considero un segnale importante e anche benaugurante in prospettiva futura».
La first lady brianzola, però, vuole sottolineare la prova del team diretto da coach Stefano Sacripanti, che peraltro grazie a questa affermazione mantiene il primato nella classifica di serie A: «La squadra mi è proprio piaciuta: bella, compatta e concreta – afferma – Tutti si sono fatti trovare pronti, anche chi è partito dalla panchina, e si sono aiutati anche giocando con quintetti diversi e inusuali».
Tra i tanti, c’è una menzione particolare per Marcel Jones: «È stato protagonista di un ottimo secondo tempo: un giocatore forse poco reclamizzato ma che in silenzio si fa sempre trovare pronto e determinante».
Il presidente biancoblù però è già proiettato avanti: «Certo domani ci attende una partita importantissima in Turchia dove andiamo per vincere e bissare il successo di sette giorni fa contro il Pinar anche se sappiamo bene che troveremo un ambiente non facile e un avversario che sarà ben diverso da quello sconfitto largamente al Pianella. Ma se giochiamo come contro Sassari abbiamo buone possibilità, perché noi ci teniamo tantissimo a questa Eurocup e a provare a qualificarci per gli ottavi di finale». In Turchia non ci sarà coasch Stefano Sacripanti: alle prese con il recupero dopo un intervento chirurgico, il tecnico salterà questo fastidioso viaggio. COme all’andata la squadra sarà seguita dai suoi assistenti Nicola Brienza e Max Oldoini.
La Foxtown ci tiene eccome a proseguire il cammino in Europa come in Italia e la conferma arriva anche dallo spogliatoio, dove prima di imbarcarsi per la Turchia lo hanno sottolineato gli stessi giocatori. Primo tra tutti il bomber Pietro Aradori, lui che con la sua freddezza ha deciso dalla lunetta la sfida con i sardi con 6 punti di fila che hanno stoppato la resistenza di Sassari: «È vero – afferma – Domenica nel finale sono stato freddo e lucido ai tiri liberi. A volte va bene altre meno? Alla fine comunque abbiamo portato a casa una vittoria che vale doppio, contro un avversario forte e che l’anno scorso ci aveva punito proprio nei secondi finali. Con Sassari, si sa, fino all’ultimo secondo non è mai finita. Ma domenica siamo stati bravi a tenere la testa avanti negli ultimi minuti».
Tutto bene, quindi, in campionato dove Cantù si conferma in vetta, ma lo “squalo” biancoblù non si accontenta: «È un bel segnale in prospettiva delle Final Eight di Coppa Italia sempre più vicine, ma prima ancora alla vigilia dell’importante gara di Eurocup domani in Turchia dove andiamo per vincere ovviamente».
«Sappiamo però che ci attende una partita ben diversa da quella di settimana scorsa in casa nostra – spiega ancora – Il Pinar è all’ultima spiaggia e vorrà dare tutto per rimettersi in corsa».
Sulla stessa lunghezza d’onda anche il centro biancoblù Denis Marconato che dall’alto della sua esperienza avverte la truppa biancoblù prima di volare in Turchia: «Quello di domani per noi è un match fondamentale per proseguire l’avventura in Eurocup: per strappare i due punti però dovremo essere duri perché il Pinar scenderà in campo con una faccia ben diversa da quella vista sette giorni fa alla Mapooro Arena».
«La vittoria di domenica è naturalmente un buon viatico perché l’abbiamo costruita con carattere – conclude – però penso anche che dobbiamo essere ancora più cattivi per uccidere le partite nei momenti topici».

Andrea Piccinelli

Nella foto:
C’è sempre grande feeling fra Pietro Aradori e i tifosi della Pallacanestro Cantù

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.