Europei di canottaggio a Glasgow: Ruta e Mondelli subito protagonisti

Ruta e Oppo (foto Perna Canottaggio.org)

Campionati Europei di canottaggio a Glasgow con i comaschi in lizza: bene Pietro Ruta e Filippo Mondelli, che hanno vinto le rispettive batterie, mentre Aisha Rocek e Giorgia Pelacchi dovranno andare ai recuperi.
Semifinale conquistata da parte del “doppio leggero maschile” con il comasco Pietro Ruta e Stefano Oppo in lizza l’equipaggio da battere.
I due azzurri inizialmente hanno remato alle spalle della Slovacchia, poi l’armo italiano ha messo la freccia e ha terminato in prima posizione, resistendo, oltre che agli stessi slovacchi, a Polonia e Gran Bretagna.
Con questa affermazione Oppo e Ruta (cresciuto nella Canottieri Menaggio, ora alle Fiamme Oro) hanno ottenuto la qualificazione per il prossimo atto assieme alla Polonia. Gli altri equipaggi andranno ai recuperi.
È già finalissima per il “quattro di coppia” maschile con il cernobbiese Filippo Mondelli (tesserato per Fiamme Gialle e Canottieri Moltrasio). Anche questa una gara in cui inizialmente gli azzurri sono partiti alle spalle dell’Estonia ma, una volta andati in testa, non hanno più mollato il primo posto. Alla fine il successo è giunto con poco meno di due secondi sui polacchi.
Nel “quattro senza femminile” va invece ai recuperi la barca con a bordo Aisha Rocek (Canottieri Lario-Gs Carabinieri) e Giorgia Pelacchi (Lario). Nella batteria le azzurre hanno infatti chiuso al terzo posto con le prime due ammesse direttamente alla finale. Il turno è stato passato dalla Romania e dalla Germania, con le italiane che almeno hanno avuto il merito di resistere al rientro della Danimarca.
Finale diretta, invece, per il “due senza” femminile, con a bordo Alessandra Patelli e Sara Bertolasi, dirigente della Canottieri Lario, ma che da atleta ha scelto il tesseramento per la Canottieri Milano.

Ruta e Oppo (foto Perna Canottaggio.org)
Ruta e Oppo (foto Perna Canottaggio.org)

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.