Eventi e iniziative: qualche idea per la Giornata internazionale della donna

Mimosa

Ecco qualche idea per trascorrere in modo arricchente la Giornata internazionale della donna che cade oggi, 8 marzo.
È una figura poco conosciuta, eppure la comasca Teresa Ciceri è stata una vulcanica donna di scienza del Settecento, che ha segnato la storia della città. Verrà ricordata l’8 marzo con una visita guidata speciale al Museo della Seta di Como: un percorso letterario intitolato “La bellezza sta nell’intelligenza”, per raccontare le sale espositive attraverso alcune parole chiave del processo serico messe a confronto con le parole chiave della vita di Teresa Ciceri. Un percorso all’insegna del baco e dei lupini, della tintura e del “gas infiammabile” fino ad arrivare alla stampa e alle patate. L’incontro è venerdì 8 marzo alle 16.30 (prenotazioni: prenota@museosetacomo.com; ingresso: 7/10 euro; info: www.museosetacomo.com).
Si intitola “Donne d’amori e di dolori” l’appuntamento dell’8 marzo alla libreria Ubik di piazza San Fedele a Como. Alle 17, un gruppo di donne attrici (e non) leggeranno brani scelti da opere di scrittrici che hanno saputo descrivere figure e sentimenti femminili e che hanno contribuito, coni loro libri o con la testimonianza delle loro vite, a far conoscere la donna soprattutto alla donna, e a rivendicarne il giusto ruolo nella società, nella politica, nel lavoro, nella famiglia. Tutte le donne sono invitate a partecipare e a leggere. L’evento è a cura di Università Popolare Como Auser & NodoLibri. Prenotazioni: info@nodolibri.it.
La scrittrice e artista comasca Alina Rizzi invita alla mostra “Volti di donne” al Bem Viver, in via Monti 5 a Corsico (Milano). Sino a domenica 7 aprile (orari: ma-gio 8-00.30; ven. e sa. 8-1.30; domenica 8.30- 12.30 e 15.30- 20). Lo storico locale, diventato “la casa di tutte e di tutti”, è un luogo dove trascorrere serenamente il tempo libero, sapendo di consumare prodotti del commercio equo e solidale, dove affrontare argomenti culturali, sociali e politici. La mostra di Alina Rizzi approfondisce l’universo femminile lasciandosi ispirare da volti delle donne, realizzati con pastelli a olio o acquerelli.
Sabato 9 marzo, invece, alle ore 17.30, nell’auditorium della biblioteca di Brunate, Elena Ferrini, docente comasca e vincitrice del premio di narrativa “Piero Chiara 2018” per la sezione “racconti inediti”, presenterà il suo libro L’estate dei venticinque anni Da segnalare l’8 marzo, alle 21, al Teatro del Gatto di Ascona, lo spettacolo Barbablù dell’attrice comasca Laura Negretti (replica il 9 marzo, ore 21 a Cittiglio). Un dramma sulla violenza alle donne. Info: www.teatroinmostra.it.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.