Sport

Ex atlete nerostellate alle finali di Coppa

 

alt Basket femminile

(a.p.) C’è tanta Comense a contendersi la Coppa Italia di basket femminile in programma nel weekend tra le mura di Lucca. Oggi e domani sul parquet di Lucca, infatti, sono in programma le final four, che vedrà sfidarsi le migliori quattro squadre classificate al termine del girone di andata del campionato.
Un torneo dove giocano molte vecchie conoscenze del glorioso team nerostellato scomparso in estate, a cominciare dalla squadra campione d’Italia e favorita d’obbligo attuale leader in

serie A, la Famila Schio di Raffaella Masciadri, Laura Macchi e Laura Benko.
Le scledensi nella prima semifinale se la vedranno con Umbertide mentre, a seguire, alle 18.30, fari puntati sulla sfida tra Lavezzini Parma dell’indimenticata Francesca Zara e Jill Jarmon.
In veste di padrone di casa, nella squadra toscana anche due cestiste che hanno vestito il nerostellato: la portoghese Mery Andrade e il gioiellino classe 1991 prodotto dal vivaio bianconero, Laura Spreafico, al suo primo vero appuntamento che vale un trofeo senior dopo aver vinto tutto nel giovanile.
«L’avventura in Toscana procede alla grande: la regular season è quasi giunta al termine e il nostro attuale secondo posto è ottimo – commenta Spreafico Sono davvero contenta». Ora però arriva la Coppa Italia. «Ovviamente giocare le final four in casa è molto emozionante, logico quindi che vogliamo fare bene. Prima di tutto però dobbiamo pensare alla partita di semifinale contro Parma, avversario difficile, ben strutturato e forte sotto canestro».
Parma, un brutto cliente, che però permetterà a Spreafico di riabbracciare il suo ex capitano in nerostellato, Jill Harmon, oltre a Francesca Zara. «Sicuramente sarà un po’ strano giocare contro di loro – spiega Laura – che sono state mie compagne in Comense. Sarà molto stimolante? cercare di batterle».
Obiettivo che Lucca e Spreafico cercheranno di realizzare trascinate da Mery Andrade, un vero guerriero. «Mery per me è un vero punto di riferimento all’interno della squadra – aggiunge Spreafico – Una campionessa che non molla mai e che è sempre pronta a darti un consiglio. Mi sta insegnando tanto».
Direttamente da Como e da Asso arriveranno dei tifosi speciali per “Sprea”: i suoi primi tifosi mamma, papà e il fratello, anche lui cestista, Marco. «Anche se siamo a 400 chilometri di distanza, quando possono vengono a Lucca a sostenermi. Sarà ancora più emozionante giocare con loro in tribuna». E magari realizzare una bella impresa. «Ho due sogni nel cassetto… vincere la Coppa Italia e, perché no, anche lo scudetto».

Nella foto:
Laura Spreafico
9 marzo 2013

Info Autore

Redazione

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
novembre: 2018
L M M G V S D
« Ott    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto