Fa la spesa… in casa della vicina: 52enne a processo

Tribunale di Como

Faceva la spesa, non al supermercato, bensì dalla vicina di casa. Aspettando che l’abitazione fosse vuota, introducendosi passando dal garage e sottraendo ogni tipo di cosa, dai generi alimentari come la carne surgelata (hamburger, ossibuchi, petti di pollo) a quelli per la pulizia degli ambienti.
Un lungo elenco di prodotti che una signora di Locate Varesino, 54 anni, era sicura di aver lasciato nelle dispense nei pressi del box ma che parevano essere svaniti nel nulla.
Quando la vittima si presentò dai carabinieri di Mozzate per sporgere denuncia querela contro ignoti, mai avrebbe immaginato che a fare la spesa in casa sua fosse in realtà non un ladro, bensì la vicina.
Quest’ultima, poi immortalata da alcune telecamere poste appositamente, aveva poi subìto anche una perquisizione dove vennero recuperati buona parte degli alimenti e dei prodotti scomparsi, ovvero marmellate, cosmetici, carne surgelata, una telecamera e pure una bottiglia di spritz.
La questione è poi finita sul tavolo della Procura di Como (pm Mariano Fadda) e ieri mattina le parti si sono trovate in tribunale per valutare la possibilità della messa alla prova della presunta responsabile dei furti, una 52enne residente pure lei a Locate Varesino accanto alla vittima (assistita dall’avvocato Stefano Banfi, mentre la parte civile è rappresentata da Pierpaolo Livio).
Nell’introdursi nella casa della vicina, l’imputata sarebbe passata dal garage senza forzare la serratura.
I furti sarebbero avvenuti il 17 e il 22 ottobre 2017. Nella denuncia la vittima aveva segnalato la scomparsa di molti altri alimenti e oggetti, compresi stivali di gomma, shampoo, detersivi, spezzatini, filetti e pura una teglia di lasagne.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.