Facciamo il punto su pregi e difetti del nuovo ospedale

C’è chi dice no
di Anna Campaniello

È trascorso quasi un anno dalla fine dell’era del vecchio Sant’Anna. I comaschi si sono abituati all’idea del nuovo ospedale fuori città, a San Fermo della Battaglia. Un presidio moderno e altamente tecnologico, che ovviamente però non è privo di problemi. Dalle questioni pratiche apparentemente banali, come la mancanza di un percorso coperto dal parcheggio all’ingresso, ai grossi problemi organizzativi che hanno portato una settimana fa gli operatori a proclamare lo stato di agitazione. “C’è chi dice no” oggi torna al Sant’Anna per fare un quadro generale della situazione e per sentire, dalla viva voce dei diretti interessati, cosa non va e cosa invece funziona. A partire dalle 10.30, davanti all’ingresso principale del nuovo ospedale, chiunque potrà parlare con cronisti e operatori di “Corriere di Como” ed Etv. Un’occasione per parlare non solo della struttura di San Fermo ma anche dell’intera azienda ospedaliera, compresa la vecchia sede di via Napoleona, (probabile) futura cittadella sanitaria.
A partire dalle 20.30, in diretta su Etv, il direttore generale dell’azienda sanitaria Marco Onofri e il direttore sanitario Giuseppe Brazzoli risponderanno in diretta a dubbi e domande dei telespettatori. È già possibile inviare mail all’indirizzo chidiceno@espansionetv.it.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.