Fallimento Calcio Como: Foti e Porro non parlano

Pietro Porro in tribunale il giorno dell'interrogatorio

Pietro Porro al suo arrivo in tribunale a Como Pietro Porro (a sinistra) al suo arrivo in tribunale a Como (foto Antonio Nassa)

Hanno preferito rimanere in silenzio, avvalendosi della facoltà di non rispondere per studiare meglio le carte dei cinque faldoni messi insieme dalla guardia di finanza e dalla Procura in merito alla vicenda del fallimento Calcio Como.
Erano in programma questa mattina alle 11 gli interrogatori di Pietro Porro e Flavio Foti, rispettivamente l’ex presidente e l’ex vicepresidente della squadra di calcio, attesi negli uffici del giudice delle indagini preliminari di Como Maria Luisa Lo Gatto, lo stesso magistrato che aveva firmato l’ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari eseguita a inizio settimana. Porro e Foti avevano l’occasione di replicare alle accuse formulate dalla Procura – pubblico ministero Pasquale Addesso – che contesta la bancarotta per distrazione e dissipazione e bancarotta preferenziale.
Invece la strategia processuale, concordata con i rispettivi legali, ha consigliato di attendere ancora per meglio vagliare le carte e gli atti.
I particolari sul Corriere di Como in edicola venerdì 12 gennaio

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.