Fallimento del Casinò di Campione confermato il ricorso dei curatori

il Casinò di Campione d'Italia

Confermato il “ricorso incidentale” da parte dei curatori fallimentari della società di gestione fallita nel luglio dello scorso anno, del Casinò di Campione d’Italia.

La notizia, anticipata il mese scorso su queste colonne, viene confermata dal portale specializzato gioconews.it Sono infatti ampiamente scaduti i 20 giorni per ricorrere alla Corte di Cassazione sulla sentenza di secondo grado del Tribunale di Milano che annullava il fallimento.

Sentenza che, ricordiamo, era già stata appellata anche dalla Banca Popolare di Sondrio, uno dei maggiori creditori della casa da gioco.
Quello dei curatori, come detto è un ricorso incidentale, «diverso e contrapposto rispetto a quello fatto valere con l’azione principale» (in questo caso della Banca).

I due passaggi in realtà sono collegati. La decisione della curatela era stata presa proprio nel momento in cui l’istituto di credito ha ufficializzato la presentare ricorso. I curatori, Elisabetta Brugnoni e Giulia Pusterla (il terzo commercialista, Sandro Litigio, ha rassegnato le dimissioni dall’incarico nelle scorse settimane ndr) contestano sia la richiesta della Banca di cancellare la parte della sentenza relativa alla fallibilità del Casinò, sia la parte che ha determinato l’annullamento della sentenza di primo grado. Per il mese di ottobre è già stata fissata una nuova udienza per l’ammissione allo stato passivo dei creditori tardivi. Al momento, secondo quanto è stato possibile ricostruire, i crediti verificati ammontano a oltre 170 milioni di euro mentre quelli ammessi (o ammissibili) sono attestati attorno ai 152 milioni. Il commissario straordinario del Casinò Maurizio Bruschi ha intanto annunciato che entro il 15 giugno presenterà la sua relazione sulla possibile riapertura del Casinò.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.