Fallimento della Wall Street Como srl. «Dissesto aggravato e capitali distratti»

Il tribunale di Como

Sono accusati di aver aggravato il dissesto della Wall Street Como srl, società con sede in via Garibaldi che gestiva in franchising in riva al Lario i corsi di inglese dell’istituto d’Oltremanica. In più, la Procura di Como – a firma del pubblico ministero Simona De Salvo – contesta anche una distrazione di capitali che avrebbe sfiorato i 70mila euro.
Le indagini a carico del presidente del consiglio di amministrazione (un 46enne di Giussano) e del delegato del consiglio di amministrazione dalla società (una 48enne residente a Como) sono state chiuse in queste ore e le notifiche sono state comunicate ai legali di riferimento dei due indagati.
Ora le difese avranno tre settimane di tempo per valutare le strategie per rispondere a quanto viene loro contestato. La società era stata dichiarata fallita dal Tribunale di Como il 20 marzo del 2019.
Secondo quanto è stato ricostruito dalla Procura lariana, tuttavia, i due sospettati – in concorso tra loro – avrebbero aggravato il dissesto della Wall Street Como srl astenendosi di chiedere il fallimento e protraendo l’attività nonostante lo stato di insolvenza (secondo quanto sostenuto dall’accusa) fosse già rilevabile a partire dalla fine del 2016, quindi più di due anni prima, quando il «patrimonio netto negativo» era di «126.245 euro».
Ai due indagati, sempre la Procura di Como contesta anche la distrazione di capitali dalle casse della società. Si tratterebbe di una somma di 68.870 euro che sarebbero stati prelevati in contanti tra il 2016 e il 2018 grazie a delle carte di credito aziendali. Prelievi che sarebbero andati in danno dei creditori e che, secondo quanto sostenuto dal pubblico ministero, non erano giustificati.
Queste, come detto, sono le due ipotesi di reato messe nero su bianco dalla procura di Como. Ora la palla passa alla difesa che potrà scegliere come controbattere a quanto viene contestato. Solo in seguito – valutate le carte – il pm valuterà se chiedere o meno il rinvio a giudizio.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.