Falsi contratti di lavoro: venerdì l’interrogatorio
Cronaca

Falsi contratti di lavoro: venerdì l’interrogatorio

Sarà interrogato venerdì l’uomo arrestato dagli agenti della squadra mobile di Como con l’accusa di aver organizzato un’attività illecita per fornire permessi di lavoro agli stranieri tramite falsi contratti di lavoro. Un giro da oltre 200mila euro scoperto dalla polizia di Stato di Como. Venerdì il giudice delle indagini preliminari salirà al Bassone per interrogare il tunisino di 49 anni residente a Como, Rafik Touati, mentre non si conosce la data dell’interrogatorio di Elia Filippo, 33 anni, originario di Palermo e residente a Ramponio Verna e già in carcere a Monza per una rapina. Nell’ambito dell’indagine sono state denunciate a piede libero ben 130 persone, tra le quali 26 datori di lavoro che hanno attestato le false assunzioni. L’inchiesta è stata coordinata dal pubblico ministero Massimo Astori.

13 marzo 2018

Info Autore

Redazione Corriere di Como

Redazione Corriere di Como redazione@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
agosto: 2018
L M M G V S D
« Lug    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
 Farmacie di turno 

   Ospedali   

   Trasporti   
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto