Famiglia e scuola in preoccupante declino

Una domenica mattina, mentre passeggiavo a Villa Olmo, a causa dei servizi igienici o chiusi o sporchi vi erano ben tre persone che espletavano i propri bisogni all’aperto. Nel programma di Lucini si dichiarava di volere maggior trasparenza e partecipazione della cittadinanza. Ci ritroviamo la demolizione dell’ex Trevitex, una scultura in mezzo al nulla, paratie che chissà quando saranno rimosse e, nell’imminente futuro, una Villa Olmo i cui progetti non sono mai stati presentati alla città, ma soprattutto non si sa la tempistica… Della serie, iniziamo ma quando finiremo? Mah. Como è stata stuprata più volte, non si vorrebbe assistere a un ulteriore sfregio.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.