Fari sempre accesi sulle strade svizzere. L’obbligo sarà in vigore dal 1° gennaio

alt Le nuove regole

Entra in vigore l’obbligo di circolare anche di giorno con i fari accesi dal prossimo 1° gennaio in Svizzera. E si parla di fari veri, non basteranno le luci di posizione per essere in regola sulle strade del Paese che ha fatto della sicurezza stradale una priorità assoluta. L’obbligo ormai imminente oltre confine sarà in vigore per tutti i veicoli a motore, comprese le due ruote.
Tale modifica della legge sulla circolazione stradale rientra nel piano della confederazione rossocrociata

“Via sicura”, programma federale che ha lo scopo di aumentare la sicurezza sulle strade: le luci servono infatti non solo a vedere ma soprattutto a farsi vedere. Chi trasgredirà, rischia una multa di 40 franchi. Salasso che si evita con poco, visto che tenere accese le luci durante il giorno comporta un consumo supplementare irrisorio, pari circa solo allo 0,2%.
Lo scopo è come detto contribuire alla sicurezza. Circolare di giorno con le luci accese permette con un semplice clic sul cruscotto (o con automatismo incorporato nei mezzi più evoluti a livello di impianto elettrico) di ridurre gli incidenti: i veicoli che circolano di giorno con gli appositi fari supplementari per la marcia diurna, o con i classici anabbaglianti accesi, sono infatti più visibili, e pertanto consentono di valutare meglio la distanza di sicurezza.
In Europa questa misura è già obbligatoria in numerosi Paesi fra cui Bulgaria, Finlandia, Montenegro e Islanda. Altrove (in Norvegia, Danimarca e Slovenia) si esigono gli anabbaglianti accesi, poiché le luci diurne non bastano. In Italia l’articolo 152 del Codice della Strada impone l’obbligo di tenere accesi i dispositivi di illuminazione a tutti gli autoveicoli durante la circolazione di giorno sulle strade extraurbane, cioè fuori dei centri abitati. Motociclisti e ciclomotoristi hanno invece l’obbligo di tenere sempre acceso il sistema di illuminazione, anche nel centro abitato. Altrove, ad esempio in Ucraina, è necessario attivarli dal 1° ottobre al 30 aprile.
Sempre in tema di prescrizioni che gli automobilisti devono tener d’occhio, va ricordata la scadenza per l’acquisto della classica “vignetta”, il contrassegno per circolare sulle autostrade svizzere. Quella del 2013 sarà valida fino al 31 gennaio e sono già in vendita gli esemplari del 2014, al prezzo di 40 franchi. Il contrassegno apposto in modo corretto sul veicolo funge da prova del pagamento avvenuto. Devono esporre il contrassegno gli autoveicoli e i rimorchi fino a 3,5 tonnellate di peso totale. In tale gruppo rientrano tutte le autovetture, i motoveicoli, gli autofurgoni e i rimorchi.

Nella foto:
Una pattuglia della polizia cantonale. Multe salate per chi viaggia a fari spenti

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.