Fatou, regina d’Africa al Teatro Sociale

La cantante Fatoumata Diawara La cantante Fatoumata Diawara

Difficile dimenticarsi di un’artista come Fatoumata Diawara. Le sue precedenti apparizioni sul Lario, a Villa Erba di Cernobbio e al Teatro Sociale di Como, hanno conquistato il pubblico grazie al calore della sua musica senza confini. Statuaria, superba, elegante, dotata di un sorriso radioso, Fatou è da tempo la nuova regina della world music.
Uno scettro conquistato grazie a una sensibilità istintivamente pop immersa nei ritmi veloci e nelle melodie del blues, il tutto incorniciato nell’ancestrale tradizione wassoulou.

La sua voce calda e toccante, la sua chitarra ritmica, le sue canzoni coinvolgenti raccontano con forza la vita. Nata in Costa d’Avorio, cresciuta in Mali e ora residente a Parigi, Fatoumata è tra gli artisti maliani di riferimento, come testimonia il suo progetto per la pace in Mali che ha coinvolto una quarantina di musicisti, tra cui Amadou & Mariam, Oumou Sangare, Toumani Diabate, Vieux Farka Touré.
Una scesa in campo che ha raccolto elogi in tutto il mondo ma che le è valsa anche diverse minacce di morte. Fatou è un simbolo per le donne africane, delle quali si è messa sulle spalle sia la sofferenza sia la forza.

Il 18 febbraio, alle 18, ha scelto di tornare al Teatro Sociale di piazza Verdi a Como per la “Data Zero” del suo nuovo tour mondiale che la vedrà impegnata in numerosi concerti in primavera in occasione della pubblicazione dell’atteso nuovo album. Un omaggio esclusivo per la città di Como, a cui Fatou è particolarmente legata: qui, infatti, è nato suo figlio dopo il matrimonio con il comasco Nicolò Tomaselli.
Parte dell’incasso (ingresso 15 euro) verrà devoluto al “Progetto Emergenza Freddo”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.