Favori in Corte d’Appello Torino, condannato avvocato

.Tre anni e quattro mesi a Piacentino per concorso in corruzione

(ANSA) – TORINO, 17 NOV – Tre anni e quattro mesi di reclusione è la condanna inflitta oggi dal tribunale di Torino a un avvocato, Roberto Piacentino, processato con l’accusa di concorso in corruzione. La vicenda, risalente ai primi mesi del 2015, si inserisce in una inchiesta più vasta che ruotava attorno alla figura di Angelo Moscato, all’epoca cancelliere di Corte d’Appello nel palazzo di giustizia. Secondo la ricostruzione del pm Gianfranco Colace, Piacentino avrebbe agevolato un accordo corruttivo fra Moscato e un imprenditore suo cliente. Piacentino ha sempre proclamato la correttezza del proprio comportamento. Il tribunale ha disposto l’interdizione dai pubblici uffici e la trasmissione delle carte al Consiglio dell’Ordine degli Avvocati. Nel filone principale della vicenda Moscato era stato condannato nel 2018 in primo grado a sei anni di carcere e in seguito aveva rinunciato al processo d’appello in cambio di una riduzione della pena. Lo scorso 4 novembre è stato portato in carcere. Oggi il tribunale gli ha inflitto due mesi in continuazione con la sentenza precedente. (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.