Fedelissimi di Trump, non siamo razzisti

Haley

(ANSA) – WASHINGTON, 25 AGO – Nella prima nottata della convention repubblicana va in scena l’America di Trump. Da Nikki Haley e Donald Trump Junior, le stelle della serata, ai controversi coniugi che puntarono le armi contro i manifestanti di Black Lives Matter, il leit motiv è uno solo: l’amministrazione di Joe Biden e Kamala Harris sarebbe un disastro per il Paese che finirebbe in mano alla sinistra più radicale. "L’America non è razzista, questa e’ una bugia dei democratici", ha affermato l’ex ambasciatrice Usa all’Onu, astro nascente del partito che in molti vedono in futuro candidata alla Casa Bianca. Grande attesa per la seconda serata della convention, la notte della first lady Melania.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.