Federali Usa entrano in consolato cinese di Houston vuoto

Mentre gli americani preparano il trasloco dalla sede di Chengdu

(ANSA) – ROMA, 25 LUG – Agenti federali americani e polizia locale sono entrati nel consolato cinese di Houston chiuso dalle autorità americane per accuse di attività di spionaggio, e lasciato ieri dai diplomatici cinesi dopo aver bruciato documenti. Nella proprietà sono entrati una serie di Suv neri, camion, due van bianchi da fabbri, mentre una folla di osservatori e telecamere assistevano alla scena. Lo riferisce la Cnn. Intanto stamani anche i dipendenti del consolato americano di Chengdu, in Cina, chiuso a sua volta dalle autorità di Pechino, hanno cominciato a preparare il trasloco dopo aver ammainato la bandiera Usa dall’edificio, scrive l’Afp. (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.