Federazione Motonautica, tributo a Stefano Casiraghi. A Milano premiati Cappellini, Yacht Club e Special Team Abbate

Vincenzo Iaconianni, Massimo Moratti, Guido Cappellini

«Non è un premio alla memoria, ma il ricordo di un momento bello, un importante successo per lo sport italiano». Con queste parole Vincenzo Iaconianni, comasco e presidente della Federazione Motonautica, ha introdotto il riconoscimento dedicato a Stefano Casiraghi, ieri alla annuale cerimonia di premiazione nazionale a Milano. La Fim ha voluto ricordare i 30 anni dalla vittoria di Casiraghi del Mondiale 1989 Offshore Classe 1. Il pilota lariano – marito di Carolina di Monaco – avrebbe poi perso la vita un anno dopo in un incidente di gara.

Carolina di Monaco e Stefano Casiraghi
Carolina di Monaco e Stefano Casiraghi


Il premio è stato ritirato da Fulvio Maria Ballabio, pilota di automobilismo e motonautica. «Stefano fu per me un amico, un collega e un rivale in mare – ha ricordato – Voglio ricordare lo sforzo che ha fatto l’uomo per arrivare a vincere un Mondiale, le sue determinazione, passione e lealtà sportiva».
«Merita questo ricordo perché in molti si sono forse dimenticati dell’uomo e del pilota ha aggiunto Ballabio – è giusto tramandare la sua memoria anche sotto questo profilo e farlo conoscere agli appassionati di oggi, che magari non erano nati quando lui correva. Ha iniziato a correre con Tullio Abbate, ha fatto la sua gavetta e ha iniziato a vincere. Sia io che lui siamo nell’albo d’oro di importanti gare: tutto ciò mi rende particolarmente orgoglioso. È stato un valoroso “collega d’armi”».
Il ricordo di Casiraghi ha aperto la cerimonia di premiazione che ha avuto come ospiti, tra gli altri, l’ex presidente di Federazione ed Inter Massimo Moratti e il numero uno del Coni Giovanni Malagò. Quest’ultimo ha avuto parole di elogio per il lavoro svolto della Federmotonautica «basato prima di tutto sulla passione – ha detto – Sono grato a chi contribuisce a tenere alti i colori dello sport italiano e del Coni, anche se magari spesso le luci della ribalta sono rivolte ad altre discipline».

Vincenzo Iaconianni, Massimo Moratti, Guido Cappellini
Da sinistra, Vincenzo Iaconianni, Massimo Moratti, Guido Cappellini


Un premio speciale è andato anche al comasco Guido Cappellini – già 10 volte campione del mondo di Formula 1 – che come team manager del team Abu Dhabi nella F1 2018 ha monopolizzato il podio della classifica finale: 1°, 2° e 3° posto. Cappellini nell’occasione non ha escluso la sua partecipazione alla Centomiglia del Lario del 2019, gara alla sua settantesima edizione; il pilota lariano vorrebbe ripetere l’exploit dopo che aveva vinto la cinquantesima.

Giovanni Malagò premiazione Federazione Motonautica
Giovanni Malagò alla premiazione della Federazione Motonautica


Il riconoscimento dedicato a Sara Bartolini, figlia del compianto collega Franco per anni firma della motonautica del nostro giornale è stato invece assegnato al giovane Samuele Basile, campione italiano di Formula Junior.
Per i successi ottenuti con i loro piloti in tutte le discipline, gli speciali diplomi della Fim sono andati anche allo Yacht Club Como e allo Special Team Guido Abbate.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.