Federmeccanica, in 8 mesi produzione aziende -19,8%

In questa realtà va calato anche il contratto. Pronti al dialogo

(ANSA) – ROMA, 16 OTT – Nei primi otto mesi di quest’anno la produzione metalmeccanica ha perso il 19,8% rispetto allo stesso periodo del 2019. Non si salva l’export, ancora di salvezza nelle precedenti crisi, che segna un -16,7% nei primi sette mesi rispetto all’anno scorso. Sono i dati dell’Indagine congiunturale di Federmeccanica sull’industria metalmeccanica, giunta alla 155esima edizione, in cui si sottolinea che, a fronte dell’attività produttiva italiana nel complesso diminuita del 15,4% tra gennaio-agosto, le aziende metalmeccaniche "hanno subito in misura maggiore il lockdown". Questa "è la realtà con cui oggi tutti si devono confrontare e nella quale tutto deve essere calato, compreso il contratto nazionale", afferma il direttore generale, Stefano Franchi. A proposito della trattativa per il rinnovo del contratto, interrotta sulla parte salariale, Franchi sottolinea che "il contratto non è composto da una sola parte ma da un insieme di elementi tutti importanti e strettamente collegati tra loro. Noi siamo disposti in ogni momento a riaprire il confronto, in un clima che sia positivo e costruttivo, se il sindacato abbandonerà il conflitto per riprendere il dialogo. Occorre proseguire sulla strada del rinnovamento con un contratto che sia sostenibile e calato nella realtà", aggiunge il dg. (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.