Fermato con 245mila euro nell’auto: cittadino austriaco sceglie di pagare

Continua il flusso di capitali al confine con il Ticino
Non si arresta il flusso di capitali intercettati al valico con la Svizzera. L’ultimo intervento dei funzionari della Dogana di Ponte Chiasso e dei militari della guardia di finanza, è stato portato a termine, nelle scorse ore, ai danni di un cittadino austriaco che, a bordo della sua auto, era diretto in Canton Ticino. A bordo del mezzo, nei controlli effettuati, sono saltati fuori contanti non dichiarati per un totale di 245mila euro in banconote di diverso taglio.
L’uomo, sorpreso
dai finanzieri e dai funzionari di dogana, si è però avvalso della facoltà di estinguere la violazione con l’oblazione immediata, ovvero pagando una somma pari al 5% dell’importo eccedente il limite consentito che è di 10mila euro. Dunque, nelle casse dello Stato, sono così finiti 11.627 euro.
Soltanto poche ore prima, gli uomini della guardia di finanza di Ponte Chiasso avevano portato a termine un altro clamoroso colpo con il sequestro – ad un 40enne di Solbiate – di una cifra di un milione di euro in tagli da 200. Banconote che erano state occultate in un doppiofondo della Audi A3 guidata dall’uomo ricavato dietro al contachilometri. L’uomo è stato denunciato per infedele dichiarazione dei redditi e il fascicolo è ora negli uffici della procura.

Mauro Peverelli

Nella foto:
Una foto del milione di euro in tagli da 200 sequestrati recentemente dalla guardia di finanza

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.