Fermato in dogana con 100mila pastiglie di ecstasy: patteggia 5 anni
Cronaca

Fermato in dogana con 100mila pastiglie di ecstasy: patteggia 5 anni

Cinque anni patteggiati davanti al giudice dell’udienza preliminare di Como Laura De Gregorio. È l’accordo raggiunto tra accusa e difesa per un maxi sequestro di ecstasy, la pericolosa droga dello sballo destinata soprattutto ai giovani, avvenuto a novembre del 2017 in dogana a Brogeda. Cinquanta chili che erano stati stipati in una lunga serie di vani aperti in una Ford Mondeo in arrivo dal Belgio e in ingresso in Italia.

Vettura che era però stata intercettata al valico turistico autostradale di Como-Brogeda e che era stata passata al setaccio dagli uomini della guardia di finanza di Ponte Chiasso e dai funzionari dell’Agenzia delle Dogane. L’uomo che era al volante, un cinquantenne di origine turca residente in Belgio, di professione autista, era stato arrestato e condotto al Bassone.
Agli inquirenti disse di non sapere che la sua auto era stipata di droga.

Le metanfetamine erano suddivise in venti confezioni da 2 chili e mezzo l’una, per un totale di 100mila pastiglie. L’ecstasy era nascosta in vari alloggiamenti dentro e sotto l’abitacolo della Ford: sedili, paraurti, cofano, parte retrostante del vano portaoggetti e pure tra le lamiere della vettura.

16 ottobre 2018

Info Autore

Mauro

Mauro Peverelli mpeverelli@corrierecomo.it


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Archivio
novembre: 2018
L M M G V S D
« Ott    
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
2627282930  
Numeri utili
NUMERO UNICO DI EMERGENZA
numero 112 lampeggianti
farmacia Farmacie di turno farmacia

ospedale   Ospedali   ospedale

trasporti   Trasporti   trasporti
Colophon

Editoriale S.r.l. (in liquidaz.)
Via Sant’Abbondio 4 – 22100 Como
Tel: 031.33.77.88
Fax: 031.33.77.823
Info:redazione@corrierecomo.it

Corriere di Como
Registrazione Tribunale di Como n. 26/97
ROC 5370

Direttore responsabile: Mario Rapisarda

Font Resize
Contrasto