Fermi elogia la chiesa ortodossa comasca

L'incontro ieri a Palazzo Pirelli L’incontro ieri a Palazzo Pirelli

«La Chiesa ortodossa dell’ex San Martino a Como sta acquisendo un ruolo significativo. Non solo svolge una funzione di aiuto per molte famiglie e badanti, ma è anche punto di riferimento per i turisti di religione ortodossa che scelgono il lago come luogo ideale per cerimonie e sposalizi». Lo ha detto il presidente del consiglio regionale della Lombardia, il comasco Alessandro Fermi, che ieri ha ricevuto a Palazzo Pirelli il parroco della Chiesa Ortodossa del Patriarcato di Mosca a Como Alexei Carpineanu, accompagnato dalla presidente dell’associazione “RussiA Como” Natalia Brusentsova e dall’ex sindaco di Cantù Tiziana Sala.

“Negli ultimi anni –ha evidenziato padre Alexei – abbiamo assistito a una crescita notevole di moldavi, ucraini e russi che vengono ad abitare nel territorio di Como e la comunità ortodossa dei Santi Apostoli Pietro e Paolo di San Martino consente loro di avere un luogo di culto spirituale per pregare e mantenere vive le tradizioni dei Paesi di origine. Da qui il nostro grazie alle istituzioni provinciali e regionali che ci hanno consentito di realizzare questo  spazio e ci sono vicine nel renderlo sempre più vivo e integrato con la comunità sociale locale”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.