Ferragosto con nonno agli arresti: no del giudice

Insolita richiesta respinta

Ha chiesto di poter trascorrere la giornata di Ferragosto in famiglia e con il nonno. Non un personaggio qualunque, quest’ultimo, bensì quel Salvatore Muscatello – 78 anni – condannato a 17 anni in primo grado in quanto ritenuto essere il capo e organizzatore della locale di ’ndrangheta di Mariano Comense, paese dove vive (vista l’età si trova ai “domiciliari” in attesa dei successivi gradi di giudizio). La richiesta a sua volta era stata avanzata dal nipote, un 27enne di Novedrate, anche

lui ai “domiciliari” perché trovato in passato con quattro pistole e sette chili di hashish, vicenda poi chiusa con un patteggiamento a 4 anni e 8 mesi con la concessione di accedere a un programma speciale per il recupero dalle dipendenze da gioco. La richiesta della riunione famigliare, motivata con l’esigenza di stare vicino ai nonni nel giorno di Ferragosto, è stata presentata due volte e respinta in altrettante occasioni da due diversi giudici delle indagini preliminari di Como.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.