Feste natalizie: «Più pattuglie per battere la criminalità»

L’incontro in Prefettura
La malavita chiama, le forze dell’ordine rispondono. Dopo l’impennata delle rapine (e dei furti) di cui abbiamo dato conto la scorsa settimana, ieri in Prefettura a Como si è tenuta la riunione del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza pubblica.
Al centro dell’attenzione le misure da applicare in vista dell’arrivo delle festività natalizie, periodo tradizionalmente critico proprio da un punto di vista della criminalità.
È stato quindi messo a punto un piano che dovrebbe coprire tutte le aree sensibili, con controlli specifici sui luoghi di culto, sulle aree affollate di gente e anche sulle strade che in queste settimane saranno sempre più trafficate.
L’incontro, presieduto dal prefetto Bruno Corda, ha disposto come linea guida un «aumento della visibilità delle forze di polizia». Che, dunque, prevederà l’impiego di più uomini sul territorio, a partire dalle pattuglie a piedi che percorreranno le vie del centro e non solo.
Saranno ispezionati con frequenza obiettivi sensibili, come i già citati luoghi di culto, ma anche le banche, i supermercati e, più in generale, tutte le attività commerciali.
Per riuscire a controllare più porzioni possibili di territorio, verrà anche chiesto l’aiuto degli istituti di vigilanza già firmatari del protocollo “Mille occhi sulla città”. Le verifiche verranno poi estese anche al commercio ambulante abusivo, alla commercializzazione di prodotti contraffatti e alla vendita di fuochi artificiali illegali. Su questo ultimo punto, soprattutto, non mancheranno servizi di controllo appositi. Da ultimo il già accennato problema della viabilità in città. Vista la quantità di veicoli che si riverseranno a Como nelle festività natalizie, è stato deciso ieri mattina di aumentare anche il numero di pattuglie che scenderanno in strada per tenere monitorato il traffico.

M.Pv.

Nella foto:
La Prefettura dove ieri si è tenuto l’incontro

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.