Festeggia lo scudetto sparando in aria. Nei guai tifoso 39enne

Denunciato uomo di Corrido
Per festeggiare la vittoria dello scudetto della Juventus, ha pensato bene di imbracciare un fucile che teneva in casa e di sparare in aria. Non un colpo singolo, ma una serie di schioppettate. Tanto da spaventare i vicini (forse milanisti?) che hanno chiamato i carabinieri. Il protagonista, un 39enne residente nel territorio del comune di Corrido, sopra Porlezza, si è così trovato – a causa della sua fede calcistica – una denuncia a piede libero sul capo. Le accuse nei suoi confronti sono di accensioni
ed esplosioni pericolose e anche di omessa custodia dell’arma. Il fatto è avvenuto domenica sera, pochi minuti dopo la fine della partita a Trieste tra Juventus e Cagliari che ha sancito lo scudetto dei bianconeri.
Nel corso della perquisizione domiciliare, poi effettuata dai carabinieri della compagnia di Menaggio, sono stati sequestrati due fucili da caccia calibro 12. I militari dell’Arma hanno anche proposto il ritiro del porto d’armi.

Mauro Peverelli

Nella foto:
Un momento dei festeggiamenti dei tifosi

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.