Festorazzi racconta i duelli di Mussolini

Nuovo libro e nuova sfida per lo storico comasco Roberto Festorazzi. Lo studioso è reduce da una maratona di pubblicazioni che hanno acceso i riflettori su particolari e retroscena inediti del legame che unì Mussolini e Churchill e sul ruolo della “perfida Albione” nello scacchiere internazionale durante il secondo conflitto mondiale.

Adesso Festorazzi con  I duelli del Duce (Varese, Macchione) dà conto di altri episodi poco noti ma utili a un inquadramento del Ventennio. Come ricorda Festorazzi, il Duce, tra il 1915 e il 1922, “piegò a fil di spada i suoi più tenaci avversari”. E infatti sfidò a duello l’anarchico Libero Merlino, il leader socialista Claudio Treves, il deputato social-nittiano Francesco Ciccotti Scozzese, il maggiore Cristoforo Baseggio e il giornalista Mario Missiroli. “Da tutte le cavalleresche tenzoni il Duce uscì vincitore”, precisa lo storico comasco. Anzi, fece dei duelli uno strumento particolarmente efficace della propaganda di regime, alimentando il proprio mito attraverso la stampa dell’epoca. Possiamo ora leggere questi episodi della vita di Mussolini anche grazie alla descrizione che fece dei duelli in presa diretta un comasco, il medico del duce, il dottor Ambrogio Binda. Le sue memorie erano praticamente inedite e il libro di Festorazzi le riporta alla luce.

 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.