Fiandre, il contributo di Ballerini nella vittoria di Asgreen

OUDENAARDE, BELGIUM - APRIL 04: Arrival / Kasper Asgreen of Denmark and Team Deceuninck - Quick-Step Celebration & Mathieu Van Der Poel of Netherlands and Team Alpecin-Fenix during the 105th Ronde van Vlaanderen - Tour of Flanders 2021, Men's Elite a 251,5km race from Antwerp to Oudenaarde / #RVV21 / #rondevanvlaanderen / #tourofflanders / on April 04, 2021 in Oudenaarde, Belgium. (Photo by Tim de Waele/Getty Images)

Una vittoria festeggiata con tutta la squadra, anche se la giornata non si chiusa nel mondo migliore, per una caduta e una caviglia dolorante. Al Giro delle Fiandre il comasco Davide Ballerini, con i compagni della Deceuninck-Quick-Step, ha dato un prezioso supporto al suo team a fianco del francese Julian Alaphilippe – che era tra i favoriti della corsa – e al campione danese Kasper Asgreen. Quest’ultimo alla fine ha trionfato sul traguardo di Oudenaarde della “classica-monumento” belga precedendo, in una volata a due, l’olandese Mathieu van der Poel.
Davide Ballerini e i compagni Tim Declercq e Bert Van Lerberghe hanno fatto un ottimo lavoro nel rincorrere la fuga che ha caratterizzato la prima parte della gara e poi hanno messo sotto pressione il gruppo negli ultimi cento chilometri.
Proprio il canturino è rimasto coinvolto in una caduta e, pur patendo per il dolore, ha dato una mano a Kasper Asgreen, che avrebbe poi vinto, per rientrare. Un’opera preziosa che si è quindi rivelata decisiva per il successo del compagno di squadra.
«Sono contento per come è andata la corsa – dice Davide – Sapevo di non essere al 100% per giocarmi la vittoria e mi sono quindi messo a disposizione dei compagni. Purtroppo sono rimasto coinvolto in una caduta con Kasper, mi sono fatto male ad una caviglia, ma sono riuscito, stringendo i denti, a riportarlo nel gruppo. A quel punto, a missione compiuta, ho preferito fermarmi».
Ballerini è ora atteso da una settimana di riposo. «Riprenderò la bici tra qualche giorno – conclude – poi vedremo i prossimi appuntamenti. Per ora non ho indicazioni precise».
Mentre il canturino ha terminato le sue fatiche nelle Fiandre (nel suo bilancio anche il successo all’Omloop Het Nieuwsblad), ora tocca ad una sua collega comasca: la 23enne Alice Gasparini domani è infatti al via della Scheldeprijs-Grand Prix de l’Escaut, “classica” femminile che si disputa nella provincia di Anversa.

(Photo by Deceuninck/Tim de Waele/Getty Images)

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.