Fifa e Uefa chiamate in soccorso del calcio greco in crisi

Ceferin e Clarke ad Atene il 25/2 per riunione col governo

(ANSA-AFP) – ROMA, FEB 11 – Fifa e Uefa si mobilitano per andare in soccorso del calcio greco, che sta attraversando un pesante momento di crisi economica, organizzativa e di gestione. Il 25 febbraio prossimo sono attesi ad Atene il presidente dell’Uefa, Aleksander Ceferin, e il vicepresidente della Fifa, Greg Clarke, fa sapere il governo "per contribuire al consolidamento del lavoro per trasformare il calcio greco". Era stato il primo ministro, Kyriakos Mitsotakis, a chiedere due settimane fa l’aiuto dei due organismi "per firmare un memorandum d’intesa per rimettere in carreggiata la situazione. Tra le vittime della crisi economica che da anni imperversa nel Paese, il calcio soffre anche per il moltiplicarsi di episodi di violenza tra tifoserie e inoltre ha visto degenerare da rivalità a conflitto aperto il rapporto tra i due grandi club rivali, il Paok Salonicco e l’Olympiakos Pireo. La commissione sportiva professionale greca ha chiesto due settimane fa la retrocessione del campione in carica Paok, il cui proprietario è accusato dall’Olympiakos di possedere quote di proprietà di un altro club di prima divisione, lo Xanthi, cosa che è proibita. per evitare ulteriori problemi, il governo ha modificato la normativa, penalizzando il possesso di più squadre con una decurtazione da 5 a 10 punti in classifica. Le istituzioni calcistiche greche devono ancora prendere una decisione in merito e qualsiasi modifica dovrà essere ratificata dalla Fifa. (ANSA-AFP).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.