Figlio muore e padre grave, pusher condannato a 5 anni

Cedette ai due cocaina pura che risultò fatale al giovane

(ANSA) – LUCCA, 17 GIU – Condannato dal tribunale di Lucca a cinque anni di reclusione per spaccio Paolo Lorenzini, classe ’65, il pusher che cedette cocaina pura a Gerardo Ventrella e al figlio Samuele, che poi morì per overdose. Lorenzini è stato giudicato in rito abbreviato. Dalle indagini, condotte dai carabinieri di Lido di Camaiore, emerse che Lorenzini, anche dopo la morte di Samuele Ventrella, aveva continuato a spacciare sostanze stupefacenti. L’attività investigativa aveva consentito di ricostruire la fiorente attività di spaccio gestita da Lorenzini tra gennaio e agosto 2020, con la cessione di oltre 200 dosi di cocaina ad almeno una quindicina di acquirenti, tra Viareggio e Camaiore. (ANSA).

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.